Valentini: «La Lega di B andrebbe commissariata» - Forza Palermo Calcio Giornale
CASO PALERMO

Valentini: «La Lega di B
andrebbe commissariata»

Valentini: «La Lega di B andrebbe commissariata»



Intervenuto durante la trasmissione Maracanà su MC SPORT, l'ex dg della Nazionale Antonello Valentini ha così parlato della decisione della Lega di B in merito ai play-off e ai play-out:

 

«È un colpo di mano. Mi confortano le parole di Gravina, che ha preso le distanze sulle parole di ieri. Modifica il dettato di un comunicato ufficiale della Federcalcio, cosa che un Consiglio di una Lega non è competente a fare, ma modifica anche il format del campionato. Se fossi in Gravina, penserei seriamente a commissariare la lega di B. La Lega di Serie B dovrà trasmettere i documenti alla Federazione. Sulla base di questi, si dovrà fare una riflessione. Ma siamo di fronte ad un piccolo golpe, di cui non si ha bisogno, visto che la B e la C hanno già dimostrato di essere campionati problematici. Annullamento dei playout? Il Consiglio è andato fuori dalle sue competenze».  

 

SUL PALERMO
«Siamo di fronte ad un'altra gaffe ridicola della Procura Federale. Era stata chiesta la radiazione del presidente Zamparini, il tribunale invece ha scagionato Zamparini per un difetto di citazione. Siamo arrivati al ridicolo. Per quanto riguarda i controlli, ricordo le parole di Tavecchio, ‘'mai più in caso Parma’'. Il Palermo ha problemi che risalgono già al 2014. Mi auguro che Gravina metta mano sia ad una severità maggiore, sia ad una riforma della giustizia sportiva che aspettiamo da tempo, sia in termini di norme che di uomini».

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

ALTRI ARTICOLI

 

FOSCHI IN LACRIME: «E' UNO SCANDALO, UNA PAGLIACCIATA»

 

TUTTOLOMONDO DIPLOMATICO: ECCO IL NUOVO AVVOCATO

 

PALERMO, PRESENTATO RICORSO AL TAR

 

ARRIVATA LA SENTENZA: PALERMO RETROCESSO IN SERIE B

 

LA LEGA B RENDE ESECUTIVA LA SENTENZA DEL TFN






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *