ATTACCO

Unica punta: scelta tecnica
o imposizione? Le statistiche

Unica punta: scelta tecnica o imposizione? Le statistiche



Un pareggio amaro che poteva essere anche una sconfitta quella del Palermo contro il Pescara, dove la squadra rosanero è parsa confusa e poco incisiva mettendo in risalto i suoi limiti.

Una prestazione che ha scatenato l’ira del patron Zamparini, che in settimana ha ribadito ancora una volta di non condividere la scelta delle due punte da parte di Tedino.

 

Un rimprovero a cui potrebbero seguire dei correttivi da parte del tecnico rosanero, che in vista della sfida contro la Cremonese in programma sabato alle 15 potrebbe rinunciare ad uno tra Nestorovski e La Gumina. Ad essere più a rischio per il posto, però, è il giovane attaccante palermitano.

 

Proprio in vista delle modifiche in attacco, può essere interessante capire quando il Palermo ha ottenuto risultati migliori in base allo schieramento del reparto offensivo.

 

Le formazioni e le varianti dei moduli adottati da Bruno Tedino in questa stagione sono molteplici, specialmente per quanto riguarda l’attacco. Reparto che ha comunque un elemento che si ripete quasi sempre: Igor Coronado.

Il giocatore brasiliano ha infatti giocato trentadue delle trentaquattro partite fin qui disputate, ricoprendo diversi ruoli: sotto punta, trequartista, mezz’ala con licenza di attaccare. Un jolly a disposizione del tecnico friulano.

 

Nonostante il costante utilizzo del numero dieci, il Palermo ha giocato perlopiù con un’unica punta prima di passare al doppio riferimento offensivo, soluzione adottata nelle ultime partite. I rosa, tuttavia, hanno guadagnato la maggior parte dei punti del girone d’andata schierando Nestorovski in avanti, supportato o da Coronado o da Trajkovski, utilizzati come seconda punta in un 3-5-1-1. Due punte di cui una con funzioni di collante tra i reparti, considerando che il vero e proprio attaccante è il capitano rosanero.

 

Le sei sconfitte ottenute dal Palermo in questa stagione sono arrivate perlopiù quando Coronado è stato schierato qualche metro più distante dalla porta avversaria: il numero dieci rosanero non rende quando inserito in un centrocampo a 5, ruolo poco consono alle sue capacità.

Tenendo conto delle statistiche e dei moduli adottati, l’attacco rosanero rende di più quando Coronado è utilizzato come supporto alla punta o, comunque, quando può agire vicino alle due punte.

 

 

In attacco, però, l’utilizzo di due punte effettive, che siano Nestorovski-Moreo o La Gumina-Nestorovski, annullano il lavoro egregio che Coronado fa quando è più vicino alla porta.

 

Contro la Cremonese, dunque, Tedino potrebbe effettivamente tenere in considerazione ciò che ha detto Zamparini in settimana: «Le due punte non rendono». Ed uno tra Nestorovski e La Gumina potrebbe accomodarsi in panchina.

 

A supporto della punta, infine, oltre che al già citato Coronado, potremmo vedere uno tra Murawski e Trajkovski.

 

Scelta tecnica o imposizione dall’alto? Non resta che aspettare il verdetto del campo.






1 commento

  1. AntiZampariniForEver 12/04/2018

    Questa partita sarà l'autogoal di zioFesterTedino...di fatto farà giocare i giocatori imposti da ZampaPagliaccio in primis nestor che ultimamente è completamente fuori forma, mentre lagumina è in ottima forma....bene bene...forse anche il mister si è stancato delle ingerenze e assecondo la follia della plusvalenza sarà cacciato dinanzi ad un risultato negativo e continuerà a prendere l'ingaggio...Alla fine tutti gli allenatori che erano stanchi facevano così...uno con gli attributi fa giocare CHI MERITA e non quelli IMPOSTI da ZampaPagliaccio che pensa solo e soltanto alle plusvalenze

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *