L'EX

Ujkani: «Durante guerra ho perso
tutto. Voglio aiutare il Kosovo»

Ujkani: «Durante la guerra ho perso tutto. Voglio aiutare Kosovo»



«Ho perso due zii e le loro mogli, anche la moglie di mio cugino con la sua bambina. Abbiamo perso tutto, perché tutte le case del villaggio andarono distrutte e la mia famiglia ha dovuto ricominciare da zero. Grazie ad un consiglio da parte di un avvocato a mio padre, siamo riusciti a scappare in tempo dalla guerra, scappando in Belgio, un paese a cui devo moltissimo».

 

Così l’ex portiere del Palermo Samir Ujkani, ora al Torino - ai microfoni di Marca - ha parlato della guerra che ha colpito il suo paese di origine, il Kosovo.

 

«Adesso voglio aiutare a dare un’immagine positiva del Kosovo e della sua gente. Questo è uno degli obiettivi della nostra nazionale: mostrare al mondo la nostra mentalità, le nostre tradizioni e che la gente del Kosovo è aperta e solidale. Siamo brave persone e il calcio può aiutarci a dimostrarlo».


 

NEWS DI GIORNATA

 

PALERMO, MARCONI RECUPERA: AL COMPLETO CONTRO LA CASERTANA

 

NUCCIO BARONE: «MI ASPETTAVO DI PIÙ DAL PALERMO»

 

PALERMO, L'ESITO DEI TAMPONI: TUTTI NEGATIVI

 

CASERTANA-PALERMO, LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

 

CASERTANA-PALERMO, CAMBIA L'ORARIO: IL COMUNICATO

 





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *