BOSCAGLIA

«I tre punti sarebbero ossigeno
puro, Martin mezzala possibile»

«I tre punti sarebbero ossigeno puro, Martin mezzala è possibile»




Il tecnico del Palermo Roberto Boscaglia è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Turris:

 

“Martin mezzala può essere una soluzione, per ogni partita cerchiamo la qualità ma i giocatori per giocare devono stare bene. Nel caso di Santana abbiamo aspettato molto prima che potesse essere a disposizione per sessanta minuti. Martin è una possibilità che abbiamo già messo in atto domenica e mancando qualche centrocampista dobbiamo vedere di darci da fare. Sappiamo che chi andrà in campo potrà fare bene”.

 

VITTORIA

”Chiedo di vincere la partita, domani dobbiamo andare in campo con la consapevolezza di una squadra che vuole e cerca risultato, ben venga se arriva attraverso il gioco. Dobbiamo mettere anche tanto altro, come abbiamo fatto domenica, dobbiamo avere sempre delle reazioni quando le cose non vanno. Dobbiamo essere bravi a non far sentire le assenze per infortuni e squalifiche, dobbiamo continuare su questa strada.”

 

RENDIMENTO IN TRASFERTA

“Abbiamo considerato la situazione del rendimento in trasferta e ci stiamo lavorando, se avessimo avuto la bacchetta magica avremmo già risolto Forse c’è un freno mentale da parte di qualcuno e dobbiamo toglierlo perché non deve esserci differenza fra giocare in casa e fuori”.

 

CAMPO TURRIS

“Il campo è diverso da quello nostro, si gioca un calcio diverso. Dobbiamo adeguarci a queste situazioni e l’abbiamo già fatto, continueremo a lavorarci. Il campo di domani non deve essere un’insidia perché ci alleniamo ogni settimana al Pasqualino che è in sintetico. Dobbiamo andare in campo per vincere consapevoli delle difficoltà, la categoria è questa e non dobbiamo pensare che il campo possa essere un alibi. Dobbiamo cercare di vincere in tutti i modi rispettando l’avversario. Siamo una squadra forte e dobbiamo avere questa consapevolezza”.

 

SACRIFICO E CONCENTRAZIONE

“Nonostante la sconfitta ad Avellino abbiamo fatto una buonissima gara, sono convinto che domani faremo una grande partita. Deve esserci il giusto mix tra sacrificio e concentrazione, senza mettere da parte l’allegria nel senso calcistico della parola, quella che permette di tentare giocate individuali nel contesto di squadra".

 

MOMENTO TURRIS

“Non mi fido del momento difficile della Turris. Contro la Cavese ultima in classifica abbiamo avuto difficoltà, la Turris all’andata ha vinto al 94′ e ci ha fatto vedere i sorci verdi. E’ una squadra ferita che vuole risalire la china, sarà una partita tosta che nasconde tante insidie. Dobbiamo affrontarla nel modo giusto consapevoli che anche loro vorranno vincere. Sarà la classica partita di Serie C piena di insidie”.

 

CLASSIFICA

"Non dobbiamo guardare la classifica e non dobbiamo pensare a quanto sia corta, distoglie solo l’attenzione dalla partita. Sappiamo che con un paio di vittorie ti ritrovi a ridosso del quinto posto e con una sconfitta rischi di andare fuori dai playoff. Dobbiamo pensare ai tre punti che sarebbero ossigeno puro, dobbiamo concentrare le energie alla partita di domani, poi parleremo delle altre”.

 

ALMICI, SANTANA E MARCONI

"Almici dopo la Turris rientrerà in gruppo, sarebbe stato da folli fargli perdere due-tre giorni di allenamento per portarlo qui con noi dal momento che non sarebbe stato comunque titolare. Santana purtroppo ha avuto un piccolo problema alla schiena e portarlo con noi sarebbe stato un rischio, giovedì sarà al 99% nuovamente in gruppo. Marconi viene da un infortunio particolare, un infortunio muscolare polpaccio e il percorso è stato lungo. Clinicamente sta bene ma dobbiamo stare molto attenti soprattutto per un discorso di terreno di gioco, con i medici dobbiamo valutare come agire per evitare le ricadute perché una recidiva al polpaccio sarebbe un disastro. Vedremo tra domani e domenica cosa fare”.

 

TURRIS

“La Turris ha qualche alternativa in più rispetto a quello che fanno normalmente, abbiamo lavorato su più soluzioni diverse. Loro sanno ripartire bene e non si snatureranno, ma il giocare in casa e il momento difficile potrebbero portarli a far loro la gara. Siamo pronti ad entrambe le possibilità”.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *