LE PAGELLE DI EMILIO

Trajkovski in stato di grazia
Puscas glaciale. Le pagelle

Trajkovski in stato di grazia, Puscas glaciale. Le pagelle



 

Il risultato finale, nel complesso giusto racconta di un successo tanto sofferto quanto meritato. Contro il Lecce dell'ex Liverani, grande rivelazione di questo campionato di B, si è rivisto il Palermo nella sua versione migliore: qualità, cinismo ma anche spirito di sacrificio e capacità di saper soffrire. Doti il cui combinato disposto ha finito con il vanificare l'encomiabile sforzo dei salentini per riacciuffare una gara molto combattuta.


I due giocatori simbolo del successo rosanero sono stati Nestorovski (6,5) e Chochev (6,5), non i migliori in senso assoluto ma comunque protagonisti nel match. Il capitano non ha brillato in zona gol ma in compenso si è speso tantissimo ripiegando spesso con abnegazione nella propria metà  campo; il centrocampista bulgaro, dopo tante partite tra l'anonimo e lo squallido, ha giocato con grandissima presenza di spirito in entrambe le fasi di gioco, propiziando con un velo elegante e astuto il gol del raddoppio di un Puscas (7) glaciale nell'occasione e generoso in generale.


Le basi per la vittoria le ha gettate un Trajkovski (7,5) in giornata di grazia con il colpo da biliardo dopo tre minuti, che ha costituito la dote poi accresciuta da Puscas: a proteggere il prezioso bottino ci ha pensato Brignoli (7,5) che si è distinto per una serie di interventi importanti (in alcuni casi prodigiosi, come quello sul colpo di testa di La Mantia) prima di capitolare senza colpe sulla prodezza bella ma inutile  di Tabanelli, apice del forcing leccese che ha costretto la retroguardia ad un compito ingrato e difficile, assolto nel complesso bene, nonostante tutto.


Rajkovic (6,5) si è rivelato uno scoglio quasi insormontabile per i vivaci attaccanti giallorossi; Bellusci (6 +) condizionato dai problemi alla schiena, raramente si è  fatto trovare fuori posizione, pur soffrendo nel gioco aereo: non a caso il primo ad entrare è stato Szyminski (6) che ha dato manforte alla difesa come necessario. Un buon contributo è arrivato anche dai terzini. Salvi (6) non ha brillato in fase di spinta ma ha comunque tenuto molto bene la fascia destra mentre dall'altro lato Aleesami (6) pur potendo forse far meglio in occasione del gol leccese, ha giocato una buona partita in copertura, creando persino qualche grattacapo con delle buone sortite sulla sinistra. Una mano  importante in fase di non possesso è arrivata anche da Murawski (6,5) che non ha lasciato intoccato  un filo d'erba, lasciando così a Jajalo (6) il compito, eseguito senza né brillare né sbavare, di dettare i tempi di gioco.  A Falletti ed Haas, entrati nel finale, è impossibile assegnare un voto.


Dopo la figuraccia dello "Scida" il Palermo (7,5) ha dato una risposta convincente sul campo dimostrando di avere ancora parecchio da dire. Stellone (7) che ha preparato la gara in maniera impeccabile adattando perfettamente la squadra alle specifiche dell'avversario con ottimi risultati, non può che essere soddisfatto: la vittoria in questi scontro diretto rappresenta, soprattutto nel giorno della sconfitta del Brescia, un segnale di forza importante mandato alla concorrenza.


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

• Cessione, Zamparini, Mirri ed investitori: parla la De Angeli

 

• Schwoch : «Palermo la più attrezzata, critiche ingiuste»

 

• Zamparini resta ai domiciliari Respinta l'istanza di revoca






6 commenti

  1. Gianni tifoso da 30 anni 15 giorni fa

    @Povero Palermo Come Ti Hanno Ridotto Concordo, curve vendute per un piatto di pasta e un biglietto, e gli altri settori fuori dalla realtà. In altre piazze ci sarebbero manifestazioni e striscioni, mentre al barbera tutto tace, no anzi mettono lo striscione che loro ci credo alla promozione. Ma come non si vergognano sti ultrà pagati e venduti.

  2. SALVO6 15 giorni fa

    Povero Palermo Come Ti Hanno Ridotto...credo che tu abbia bisogno di essere aiutato..si troppu piatusu. FORZA PALERMO SEMPRE

  3. PALERMO PRIMO E UNICO AMORE 15 giorni fa

    VIA da PALERMO i nemici del PALERMO!!!//// ASSENTI E STRISCIATI NOI NON VI VOGLIAMO. UN SOLO GRIDO UN SOLO CORO: PALERMO TI AMO!!!//// ////STRISCIATI E FACCIUOLA E' UNA NUOVA ERA!!! VI VOGLIAMO FUORI DAL BARBERA!!!////

  4. Povero Palermo come ti hanno ridotto. 16 giorni fa

    Le curve parlino solo a nome di se stesse e non della restante tifoseria che non andando al barbera ha dimostrato una vera contestazione. le curve che evidentemente pigghiaunu picciuali dal friulano sotto la scusa dell'appartenenza dimostrano che basta poco per essere comprati. Mai una contestazione nei confronti di chi ha ridotto il palermo a una barzelletta con decine di presidenti, compratori, e attori vari. Battete le mani che viene papà, vi porta i denari e i biglietti a gratis e se ne va. Onore a chi non va al barbera.

  5. O serie A o morte 16 giorni fa

    L'anno scorso Puscas la maggior parte dei gol li ha fatti nel finale del campionato. In primavera s'arruspigghia.

  6. Aggregazione galattica lame rotanti 16 giorni fa

    Degna di più approfondita analisi sarebbe la differenza tra spirito di sacrificio e capacità di saper soffrire.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *