INTERVISTA

Tommasi: «Non ha senso rischiare
di ripartire in questo modo»

Tommasi: «Non ha senso rischiare di ripartire in questo modo»



 

Damiano Tommasi, presidente dell'Aic, è tornato a parlare sull'ipotetica riprsesa del campionato in un'intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno:

 

LEGGI ANCHE

 

18 MAGGIO, APPROVATO IL DECRETO PER LE RIAPERTURE: I DETTAGLI

 

VISITE AGLI AMICI, BAR E NEGOZI: LE REGOLE DAL 18 MAGGIO

 

ANCHE A PALERMO IL «BONUS BICI»: COS'È E CHI NE HA DIRITTO

 

INCENTIVI PER LA ROTTAMAZIONE AUTO: ECCO DI COSA SI TRATTA

 

 

«Non ha senso oggi rischiare di ripartire se la previsione di quarantena obbligatoria rimane quella attuale, inquadrare bene i rischi aiuterebbe anche a prendere decisioni, a noi preme che le condizioni di sicurezza siano garantite a tutti. L'attuale situazione cambia e cambierà inevitabilmente la modalità di fare sport. Le porte chiuse sono un effetto collaterale imprescindibile in questa emergenza, sarà un calcio diverso e meno adrenalinico, almeno speriamo contribuisca a farci apprezzare ancora di più, a calciatori e tifosi, la bellezza di uno stadio in festa quando si tornerà a poterlo riempire. Il taglio degli stipendi è un problema: non sapere se si ritorna in campo, con quali modalità, per quanto tempo e non avere dati certi, ad oggi, sulle effettive perdite rende qualsiasi decisione complessa e molto soggettiva».


ALTRI ARTICOLI

 

IL CALCIO ITALIANO IN OSTAGGIO DELLA SERIE A. ANCHE IL PALERMO

 

SORRENTINO RICORDA LA NOTTE DELLA SALVEZZA

 

FOGGIA, IL PRESIDENTE «DOBBIAMO ANDARE IN C. NOI E IL PALERMO..»

 

GRAVINA: «IL PROTOCOLLO VA CAMBIATO. CI SARA' UNA RIFORMA»

 

CORONAVIRUS IN SICILIA, ZERO DECESSI IN DUE GIORNI

 

CREMONESE, AGAZZI LASCIA: «IL CALCIO PASSA IN SECONDO PIANO»

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *