LA NOTA

Tifosi Atalanta: «Che la Super
Lega vada avanti. Palermo in A»

Tifosi Atalanta: «Che la Super Lega vada avanti. In A il Palermo»



La creazione della Super Lega ha causato una spaccatura nel mondo del calcio.

L’Associazione Tifosi Atalantini ha espresso il proprio parere attraverso un comunicato, citando anche la grande tifoseria del Palermo:

"I 12 club fondatori hanno una fanbase che supera il miliardo di persone in tutto il mondo ed un palmares di 99 titoli a livello continentale. In questo momento critico ci siamo riuniti per consentire la trasformazione della competizione europea, mettendo il gioco che amiamo su un percorso di sviluppo sostenibile a lungo termine, con un meccanismo di solidarietà fortemente aumentato, garantendo a tifosi ed appassionati un programma di partite che sappia alimentare il loro desiderio di calcio e, al contempo, fornisca un esempio positivo e coinvolgente”.

Le parole che abbiamo appena letto sono di Andrea Agnelli e sono estratte dal comunicato ufficiale diffuso a margine dell’annuncio della prossima creazione della Superlega.

 

Ronaldo: 31 milioni di euro l’anno. Conte: 12 milioni di euro l’anno. Donnarumma: proposta di 8 milioni di euro lordi anno. È facile immaginare che dietro alla scelta di Juventus, Inter e Milan di essere tra i promotori di questo progetto ci siano logiche puramente finanziarie.

Non sappiamo se sarà da subito oppure se serviranno ancora degli anni ma la strada, per i ricchi del calcio è tracciata: andare a recuperare sempre più soldi, a prescindere da quello che vogliono i tifosi.

 

Da quando è uscito il comunicato ufficiale nella serata di domenica, è iniziato il tiro al bersaglio verso i promotori di questa iniziativa. Da tifosi dell’Atalanta abbiamo un concetto del calcio che è quanto di più lontano possa essere dai pensieri di Andrea Agnelli e compagnia.

 

Il nostro auspicio? Che la Superlega vada avanti. Avete letto bene, non siamo impazziti di colpo. Auspichiamo che Juventus, Milan ed Inter vadano a giocare la loro Superlega ed abbandonino per sempre la serie A e le coppe europee. Tenetevi la Superlega, i super diritti televisivi, gli stadi moderni, i posti a sedere e lasciateci giocare con i nostri avversari “minori” magari in stadi meno belli ma ancora animati dalla passione per il calcio e non per i soldi.

 

Ma quanto sarebbe bello se il vostro posto in Serie A fosse destinato a piazze come Palermo, Catania, Catanzaro, Lecce, Bari, Avellino, Vicenza, Como, Cremonese, Pisa e via dicendo… piazze che hanno fatto la storia del calcio come passione popolare in Italia.

Non è una provocazione, andate avanti, sarebbe stupendo".






1 commento

  1. Cornelius 19 giorni fa

    Radiati subito e scudetto All'Atalanta.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *