DE ROSE

«Dobbiamo dare di più, non
si possono fare certi errori»

«Dobbiamo dare di più, non si possono fare certi errori»



Il capitano del Palermo Francesco De Rose, al termine della sfida contro il Taranto, è intervenuto in conferenza stampa per commentare la sconfitta subita allo stadio "Iacovone" dalla compagine rosanero: 

 

"Sicuramente abbiamo preso ancora una volta gol da calcio piazzato. La partita si è messa in malo modo, ma dobbiamo dare qualcosa di più. Questa partita ci fa capire che siamo scesi s/

    /la terra. L'ho anche detto ai miei compagni: "Dobbiamo svegliarci". A livello di gioco non abbiamo fatto male, ma non possiamo fare certi errori. A partire dalla Coppa Italia, dobbiamo dare già una svolta. Quindi può essere un'occasione importante, anche in vista del Catanzaro".

     

    ERRORI

    "Non dobbiamo pensare al passato. Abbiamo commesso degli errori. Avevamo cominciato bene, ma questo campionato è fatto pure di dettagli. Stiamo regalando troppe occasioni da palle da fermo: servono lavoro e attenzione. Non è questione di fragilità, ma facciamo errori che ci rovinano i piani delle partite. Non ho mai visto azioni del Taranto, ma questo accade a causa delle nostre disattenzioni".

     

    SARANITI E SOSTITUZIONE

    "Andrea è un ex compagno. Non credo si sia sentito con nessuno, parliamo di un buon giocatore e spero faccia bene al Taranto. Sostituzione? È normale che io ci rimanga male, lasciare i compagni dopo avere fatto gol non è la più grande gioia, ma così ha deciso il mister".

     

    CORREZIONI

    "Sarà il mister a decidere e a correggere le questioni tecniche. Sicuramente dobbiamo fare meglio e stare più vicini in tutti i reparti. Se prendi gol così, la partita si fa dura. Non abbiamo sottovalutato il Taranto,  dobbiamo semplicemente fare meglio rimboccandoci le maniche e pensando a fare bene già dalla Coppa Italia".





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *