IL COMUNICATO

Tamponi: Palermo, accordo con
Asp 6 e AO Villa Sofia-Cervello

Tamponi: Palermo, accordo con Asp 6 e AO Villa Sofia-Cervello



Il Palermo ha siglato un accordo con l’ASP 6 di Palermo e l’Azienda Ospedaliera “Villa Sofia-Cervello”, che consentirà di effettuare agilmente tutti i cicli di tamponi previsti dai protocolli federali a beneficio della società rosanero.

Saranno infatti le due realtà sanitarie del territorio cittadino a offrire tutti gli strumenti e l’assistenza medica per adempiere a tutte le prescrizioni dei “Protocolli allenamenti e gare nell’emergenza Covid”: in particolare, le “Indicazioni per la ripresa degli allenamenti delle squadre di calcio professionistiche e degli arbitri” e le “Indicazioni generali per la pianificazione, organizzazione e gestione delle gare di calcio professionistico in modalità a porte chiuse” previste dalla FIGC.

 

Prima della partenza e durante la permanenza a Petralia, l’intero gruppo squadra del Palermo, formato da 45 persone, dovrà infatti sottoporsi agli esami clinici per la ricerca dell’RNA virale ogni 4 giorni, per assicurare un monitoraggio costante dello stato di salute di tutto il gruppo. I team di specialisti delle due realtà sanitarie, in collaborazione con il direttore sanitario del Palermo Roberto Matracia, saranno a disposizione della squadra, anche nella sede madonita della preparazione atletica pre-campionato.

Questa prima fase della collaborazione resterà attiva fino a quando saranno in vigore le attuali prescrizioni sanitarie della FIGC. Nei prossimi mesi, inoltre, i giocatori del Palermo si faranno portavoce di alcune campagne di sensibilizzazione alla prevenzione e ai corretti stili di vita, promosse dall’Azienda Sanitaria Provinciale.

 

“Una testimonianza importante – ha detto l’AD del Palermo Rinaldo Sagramola – di come il progetto del Palermo vada ben oltre i campi di gioco per creare sinergie virtuose con le migliori realtà del territorio. Il gioco di squadra si vede anche da queste opportunità e per questo ringraziamo sentitamente l’ASP 6 e l’Azienda Ospedaliera Villa Sofia, che davanti alla possibilità di fare rete per un beneficio comune hanno offerto la propria disponibilità”.

 

Fonte: palermofc.com


 

ALTRI ARTICOLI

 

IL BOSCAGLIA-PENSIERO: COME GIOCHERÀ IL PALERMO

 

LA GIOVENTÙ DEL PALERMO: CHI FARÀ RITORNO AL BARBERA

 

VIDEO - LA CONFERENZA STAMPA DI ROBERTO BOSCAGLIA

 

SAGRAMOLA: «FAREMO UNA SQUADRA ASSOLUTAMENTE COMPETITIVA»

 

«FELICI PER ORA RIMANE A LECCE MA NON È UN DISCORSO CHIUSO»

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *