CORRIERE DELLO SPORT

Stellone si fida del suo Palermo

Stellone si fida del suo Palermo



Poco meno di una settimana e il Palermo tornerà in campo per la prima gara del girone di ritorno contro la Salernitana. L’obiettivo è quello di ripartire con lo stesso ritmo che ha permesso alla formazione di Stellone di piazzarsi al primo posto in classifica.

 

La formazione rosanero ha più volte dimostrato di sapersela cavare anche con moduli ed interpreti differenti partita dopo partita. Il Corriere dello Sport di oggi ricorda che è «naturale però che non tutti i giocatori abbiano l'identico peso e che su alcuni Stellone faccia maggior affidamento non foss'altro che per un discorso di carisma ed esperienza. Un piccolo allarme relativo alla prima di ritorno con la Salernitana però è già scattato proprio perché riguarda alcune delle colonne portanti della capolista. Vediamo nel dettaglio:

Difesa- I numeri la indicano come il reparto più solido: il Palermo è la squadra che ha subìto meno gol di tutti, appena 13, solo 7 (e mai 2 nella stessa partita) nelle 13 giornate con Stellone in panchina. La impermeabilità si è fondata su due portieri affidabili ed alternabili (Brignoli comunque un passo avanti a Pomini) e su centrali di notevole stazza, rudi e forti fisicamente, da Struna, ora ceduto agli americani della Houston Dynamo, fino a Bellusci e Rajkovic, utili anche negli inserimenti offensivi. Ma i due titolari, alla ripresa, per la prima volta in stagione, potrebbero mancare contemporaneamente. Bellusci infatti è squalificato mentre Rajkovic anche ieri ha svolto semplice lavoro individuale senza allenarsi col gruppo».

 

 

Con il recupero di Chochev e il cambio di modulo, anche quello che pareva un reparto esiguo numericamente come il centrocampo ha trovato la sua dimensione. Jajalo è di fatto il perno fondamentale del centrocampo, ma come lui anche Haas e Murawski sono elementi decisivi per l'equilibrio.

 

Per quanto riguarda l’attacco, il quotidiano continua «in 6 si sono distribuiti gol ed oneri e ci si aspetta che continuino a farlo, trascinando la squadra a suon di invenzioni. Ieri, per fare un po’ di cronaca, Trajkovski, quello fra gli attaccanti che ha raccolto il maggior minutaggio nell’andata (1313’), ha segnato in allenamento un delizioso gol dei suoi, con quella traiettoria assassina che oggi prova con sempre maggiore fiducia. Ed Embalo (doppietta anche per lui nella seduta al Tenente Onorato) scalpita per potere partecipare alla corsa promozione, pur se gli spazi sono obiettivamente limitati. Nestorovski è stato frenato dal ko muscolare, ma è determinato a smentire la statistica che vuole che nel girone di ritorno viva una flessione: l’anno scorso da gennaio a giugno siglò appena 3 reti di cui una sola su azione. Del Moreo nuovo corso ormai si è detto, ora tocca a Puscas. Che può prendere esempio proprio dalla storia dell’ex veneziano, deludente al suo arrivo nel gennaio del 2018, e poi esploso fino a conquistare tutti».

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

 

ALTRI ARTICOLI

 

• FACILE: «IN QUESTA SETTIMANA ULTERIORI DETTAGLI SULL'OPERAZIONE»

 

• FOSCHI: «PUNTO SULL'ATTUALE ROSA, SOGNO DI CHIUDERE A PALERMO»

 

• ZAMPARINI, ECCO LA DATA DEL VERDETTO DELLA CASSAZIONE 

 

• TUTTE LE NEWS DEL CALCIOMERCATO INVERNALE 2019 LIVE






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *