IN SALA STAMPA

Stellone: «Bisogna pensare solo
al campo. Chochev sarà titolare»

Stellone: «Bisogna pensare solo al campo. Chochev sarà titolare»



Alla vigilia della sfida contro il Padova, il tecnico del Palermo Roberto Stellone è stato il protagonista della consueta conferenza stampa pre-gara. Di seguito le sue dichiarazioni:


IMMAGINEGUARDA LA CONFERENZA STAMPA SULLE NOSTRE INSTAGRAM STORIES


«Noi dobbiamo pensare esclusivamente al campo. Le vicende societarie sono importanti, ma noi dobbiamo isolarci. Cambio di proprietà quando ero giocatore? Quando ero al Napoli ci fu il cambio e non ricordo quanti punti avevamo fatto. I giocatori non devono distrarsi da questo. Ci si può distrarre quando se ne parla per 5-6 mesi e magari si pensa al fallimento e i calciatori vedono svanire il loro contratto, ci si potrebbe distrarre. Ma non è il nostro caso perché il 15 arriverà la tranche degli stipendi».

 

OBIETTIVO

«La Serie A è un obiettivo importante per tutti. Parlo ogni giorno con il direttore Foschi e noi siamo concentrati sulle partite che andremo a disputare nei prossimi giorni. Dobbiamo rimanere concentrati e cercare di fare il maggior numero di punti possibili nelle prossime uscite».

 

CHOCHEV

«Chochev è un giocatore pienamente recuperato. Ha sempre avuto la voglia di tornare con la squadra, cercando anche di accorciare i tempi. È un giocatore forte sul quale puntiamo. Con l’assenza di Jajalo ho preferito farlo partire dall’inizio e non è una bocciatura per chi resta in panchina. Chochev è importante per noi».

 

MODULO E INDISPONIBILI

«Giocando con due esterni d’attacco è necessario il sacrificio in copertura da parte delle punte. Domani avrò bisogno di maggiore presenza in area di rigore e per questo ho deciso di puntare su Moreo. Valutando molti aspetti abbiamo avuto alcuni problemi di calciatori che non stavano benissimo. Struna non ha recuperato, Bellusci ha saltato qualche allenamento».

 

PADOVA

«Domani affronteremo una squadra che merita rispetto. Stanno attraversando una crisi di risultati ma dobbiamo giocare questa partita come fosse l’ultima del campionato.Noi nei 95′ di partita dobbiamo essere bravi a non pensare a cose extracalcistiche, dobbiamo solo pensare al lavoro fatto in settimana e non pensare a Richardson, Platt o Zamparini. Se andrà male non attribuirò le colpe a quanto accaduto fuori il campo, noi vogliamo vincere tutte le partite e da come si allenano i ragazzi non pensano a queste cose».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *