CORONAVIRUS

Anche lo sport nel
decreto «Cura Italia»

Anche lo sport nel decreto «Cura Italia»



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Questo pomeriggio il Governo ha varato il nuovo decreto "Cura Italia", per salvare l'economia del paese dal disastro generato dall'emergenza Coronavirus. Il nuovo decreto governativo prevede delle misure economiche per lavoratori e imprese, con un'iniezione di sostegno all'economia da circa 25 miliardi e finanziamenti mobilitati per 350 miliardi, e non mancano anche le misure relativo allo sport. 

 

Come illustrato dallo stesso Ministro dello sport Spadafora in una nota, "Cura Italia" prevede l'estensione anche allo sport della cassa integrazione in deroga prevista per i lavoratori dipendenti, nonché l'indennità di 600 euro una tantum per gli autonomi e i collaboratori delle società sportive e delle associazioni dilettantistiche e degli enti di promozione sportiva. Previstai noltre la sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria fio al 31 maggio per tutte le associazioni sportive professionistiche e dilettantistiche, nonché per i soggetti che gestiscono stafi, palestre, club e strutture. I versamenti sospesi sono effettuati entro il 30 giugno 2020 o in unica soluzione o mediante rate fino a un massimo di 5. Sono sospesi infine i canoni di locazione per l'affidamenti di impanti sportivi pubblici fino al 31 maggio. 

 

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha rilasciato una breve dichiarazione per ringraziare il governo e il ministro Spadafora per le misure attuate per salvare lo sport dall'emergenza Coronavirus: "Desidero ringraziare il Governo, il ministro dell'Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri e in particolare il ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora, dimostratisi sensibili verso le nostre istanze. Trovare soluzioni in grado di fronteggiare questa grave criticità è frutto di un continuo confronto con le istituzioni, così come l'individuazione di altri provvedimenti economici e normativi che rilancino l'intero sistema, in perfetta sintonia con le esigenze del Paese".


ALTRI ARTICOLI

 

PALERMO, LA SOLITUDINE DI PERGOLIZZI E LA SUA QUOTIDIANITÀ

 

NEL BALCONE COME SUGLI SPALTI, UNITI NEL CORO ROSANERO

 

CONTE: "È IL MOMENTO DEI SACRIFICI. DOBBIAMO STARE A CASA"

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *