Sorrentino: «Porto Palermo nel cuore» - Forza Palermo Calcio Giornale
EX ROSA

Sorrentino: «Porto Palermo
nel cuore»

Sorrentino: «Porto Palermo nel cuore»



 

Stefano Sorrentino è il protagonista del Solemar Football Conference, il portiere del Chievo riceverà un premio alla carriera. L'ex Palermo ha parlato della sua esperienza in rosanero:

 

«Ho vissuto un bel periodo in rosanero, io e la mia famiglia portiamo questa squadra e questa città nel cuore. Quando sono arrivato a gennaio sapevo che il club era a rischio retrocessione ma decisi di accettare questa sfida. Mi ritengo fortunato di essere stato capitano - ha detto Sorrentino -. L’errore col Bologna? L’ho sognato tante volte la notte, ma è grazie agli errori che si cresce e si migliora».

 

FINE CARRIERA?

«No, voglio continuare e voglio farlo ancora ad alti livelli se qualcuno crederà in me. Retrocedere non fa mai piacere, ma a fine anno col Chievo vedremo. Mi piacerebbe continuare anche con un ruolo diverso. Campedelli? Per farmi andare a Palermo l’ho quasi obbligato, per me stravede e ha rifiutato anche offerte da squadre importanti».

 

RETROCESSIONE COL PALERMO

«Mi ricordo che noi siamo retrocessi con il Palermo in casa contro il Parma. Una settimana dopo, un pomeriggio di una domenica ricevetti una chiamata, risposi dopo mille dubbi: era Rino Gattuso. Mi voleva comunicare che era il mio nuovo allenatore e voleva sapere se poteva contare su di me. Quella telefonata, ad una settimana dalla retrocessione, fu una scintilla, un segnale»

 

ZAMPARINI

«Non sono stato cacciato da Palermo dai, lo ringrazio sempre per l’opportunità che mi ha dato, nella vita poi bisogna fare delle scelte, lui era il presidente e quindi aveva un’altra idea su di me. La proposta di rinnovo me l’aveva fatta: per lui avrei dovuto fare il secondo a Posavec. Io non sono capace di fare il secondo, anche oggi direi di no. Se non posso servire, se non sono più bravo allora mi metto da parte. Quell’anno non abbiamo trovato un punto di incontro. Ma posso solo ringraziarlo per tutto».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *