LETTERA

I sindaci di Lampedusa e
Pozzallo: «Aiuto dalla Regione»

I sindaci di Lampedusa e Pozzallo: «Chiediamo aiuto alla Regione»



 

La finanziaria regionale preveda un sostengo per Lampedusa e Pozzallo, le due realtà siciliane maggiormente impegnate sul fronte dell’emergenza migranti che hanno sempre dimostrato piena disponibilità all’accoglienza salvando in più di una occasione l'immagine dell'intera Europa, e che in questo momento vivono una situazione resa ancora più difficile dall’emergenza Coronavirus”.

 

LEGGI ANCHE

 

• ESCLUSIVO - PALERMO, A TUTTO SAGRAMOLA: L'INTERVISTA VIDEO

 

• ZENGA SENZA FRENI: "PASTORE SEMPRE IN CAMPO, ZAMPARINI SA"

 

• TOTTI E DEL PIERO LIVE: "A PALERMO MICCOLI E AMAURI..." VIDEO

 

 

È l’appello, contenuto in una lettera rivolta al Presidente della Regione Nello Musumeci, dei sindaci dei due Comuni, Totò Martello (Lampedusa) e Roberto Ammatuna (Pozzallo).

Da notizie di stampa – scrivono i due sindaci al Presidente Musumeci - apprendiamo che all'interno della finanziaria regionale attualmente all’esame dell’Ars non sarebbe previsto alcun aiuto specifico per i nostri Comuni: tutto ciò non può essere accettato da chi si è sempre speso, a costo di grandi sacrifici, anche sobbarcandosi responsabilità e compiti imputabili ad altri livelli istituzionali. Chiediamo quindi al Presidente Musumeci ed alle forze politiche presenti all’Assemblea Regionale Siciliana – aggiungono Martello ed Ammatuna – di intervenire attraverso la manovra economica regionale per sostenere i Comuni di Lampedusa e Pozzallo, tenendo conto del ruolo svolto sino ad oggi dalle due amministrazioni e dalla cittadinanza locale sul fronte dell’accoglienza e della tutela dei diritti umani, anche in piena emergenza Coronavirus”.


ALTRI ARTICOLI

 

SPADAFORA: «FACILE DIRE CHIUDIAMO IL CAMPIONATO» VIDEO

 

MUSUMECI: «SONO DELUSO, MOLTO DELUSO DA CONTE»

 

LA UEFA AIUTA LE FEDERAZIONI: EROGATI 236,5 MILIONI DI EURO

 

CORONAVIRUS, SEI CASI A TERMINI IMERESE

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *