ORDINANZA

Sicilia, teatri e cinema: ecco
come ripartiranno dal 15 giugno

Teatri e cinema: ecco come ripartiranno dal 15 giugno in Sicilia



Dal 15 giugno riapriranno anche teatri, cinema e tanto altro. Le regole da seguire sono molto precise e nella circolare diramata dalla Protezione Civile della Regione Sicilia sono illustrate nel dettaglio:

 

 

L’art.1, co.1 lett.m) del DPCM del 17 maggio 2020 prevede che “gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”. Premesso quanto sopra, sono pervenuti alcuni quesiti in ordine alla circostanza se nel numero delle 200 persone indicato dal DPCM debbano essere ricompresi o meno anche gli operatori e i lavoratori delle suddette sale. Tenuto conto dell’imminente inizio della stagione estiva e della sostanziale residualità degli spettacoli da svolgersi in luoghi chiusi, si chiarisce che nel territorio ella Regione Siciliana, con l’espressione “200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”, si intendono esclusivamente- conclude la circolare- gli spettatori, fermo restando il rispetto delle regole di distanziamento interpersonale.


ALTRI ARTICOLI

 

PER LA LND IL PALERMO E' PROMOSSO IN SERIE C

 

LND, TUTTI I VERDETTI DEI NOVE GIRONI DI SERIE D

 

UFFICIALE PALERMO IN C: IL COMUNICATO

 

SERIE D: RETROCEDONO LE ULTIME QUATTRO DI OGNI GIRONE

 

IL CALCIO PIANGE GIGI SIMONI: L'EX TECNICO AVEVA 81 ANNI






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *