STRATEGIA

Sicilia, la prudenza di Musumeci
«Aspettiamo una settimana»

Sicilia, la prudenza di Musumeci: «Aspettiamo una settimana»



Bisogna attendere ancora una settimana. È questo il diktat che trapela dalla regione secondo quanto riferito da La Repubblica - Palermo.

Infatti "se si riaprisse andando allo scontro con il governo nazionale – ragionano dall’entourage del governatore – la responsabilità giuridica e politica di un eventuale picco di contagi sarebbe interamente sulle spalle della Regione. Prima di prendere la prossima decisione bisogna attendere”.

 

"Entriamo in una fase che la Regione avrebbe voluto più frizzante: è noto che il presidente Musumeci aveva chiesto al governo nazionale la possibilità di far aprire quelle attività economiche che con un livello così basso di contagi sembra assurdo possano essere ancora chiuse”.

Pensiero che la Regione affida alle parole dell'assessore Ruggero Razza attraverso un video su Facebook.

 

LEGGI ANCHE:

 

 RIVOLUZIONE: SERIE B A 234,5 SQUADRE, PALERMO RETROCESSO

 

• RAIS A FP.IT: "RIPESCAGGIO POSSIBILE. RISULTATO SAVOIA-PALERMO?"

 

• BOSCAGLIA A FP.IT: «PALERMO? HO UN SOLO PENSIERO»

 

D'altronde lo stesso Nello Musumeci ha ribadito più volte l'intento di far ripartire barbieri, parrucchieri, centri estetici e negozi al dettaglio sin da questa settimana.

"Io – rivendica Musumeci - non ho mai fatto una ordinanza non compatibile, a parte qualche piccola forzatura, con le disposizioni dell’unità di crisi nazionale".

 

In tal senso il momento decisivo sarà la prossima settimana quando - se i dati continueranno a rimanere confortanti - il presidente della Regione deciderà di dare il via alle attività indicate per cui lo stesso ministro Boccia ha indicato come data di riapertura il 18 maggio.

 

"Vogliamo attenerci alle linee generali del governo – conclude il presidente della Regione – anche perché il controllo sanitario sta in capo allo Stato". 

Il mantra rimane quello di evitare l’aumento dei contagi. “Guai a pensare che la partita sia vinta – sancisce il governatore - perché il virus è ancora qui in Sicilia”.


 

ALTRI ARTICOLI

 

«CI SARA' UNA SELEZIONE NATURALE DI SQUADRE IN ITALIA»

 

SIBILIA: «NESSUNO DANNEGGI LA SERIE D» (AUDIO)

 

BINDA A FP.IT: «UNICA SOLUZIONE E' RIPRENDERE I CAMPIONATI»

 

FASE 2, LA PREOCCUPAZIONE DI ORLANDO (VIDEO)

 

U' PICCIRIDDU TORNA (QUASI) ALLA NORMALITA'

 

GHIRELLI: «RICORSI? CI DAREBBERO UN CALCIO NEL SEDERE»






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *