GDS

Sibilia fortifica la
promozione del Palermo

Sibilia fortifica la promozione del Palermo



Mentre il calcio italiano tenta di (ri)trovare la sua identità, le altre Leghe cercano una ratio in grado di non vanificare la stagione per lunghi tratti disputata.

In tal senso Il Giornale di Sicilia stamane in edicola pone l'accento sulla Serie D e sulle parole del presidente Sibilia che ribadisce - qualora fosse necessario e a chiare lettere - la "sacralità" dei diritti delle prime classificate nei rispettivi nove gironi Dilettantistici.

 

LEGGI ANCHE:

 

 RIVOLUZIONE: SERIE B A 234,5 SQUADRE, PALERMO RETROCESSO

 

• RAIS A FP.IT: "RIPESCAGGIO POSSIBILE. RISULTATO SAVOIA-PALERMO?"

 

• BOSCAGLIA A FP.IT: «PALERMO? HO UN SOLO PENSIERO»

 

"Noi dobbiamo avere le nove promozioni che riguardano le prime classificate dei nove gironi. Non siamo d’accordo sul blocco dei ripescaggi, ma tutto sarà valutato nel prossimo consiglio federale, che spero sia convocato a breve per fare chiarezza". Parole che sanciscono il merito sportivo ottenuto dal Palermo in più di due-terzi di torneo disputato. 

 

Sibilia che chiude facendo riferimento alla formula di una Lega Pro ormai palesemente in difficoltà soprattutto ora che l'attuale emergenza economica acuirà limiti visibilmente palesati nelle ultime stagioni. 

"Cento società professionistiche in Italia sono molte e non reggono. C’è una riflessione doverosa da parte di tutto il mondo del calcio, ma per fare le riforme serve un consenso largo".


 

ALTRI ARTICOLI

 

«CI SARA' UNA SELEZIONE NATURALE DI SQUADRE IN ITALIA»

 

SIBILIA: «NESSUNO DANNEGGI LA SERIE D» (AUDIO)

 

BINDA A FP.IT: «UNICA SOLUZIONE E' RIPRENDERE I CAMPIONATI»

 

FASE 2, LA PREOCCUPAZIONE DI ORLANDO (VIDEO)

 

U' PICCIRIDDU TORNA (QUASI) ALLA NORMALITA'

 

GHIRELLI: «RICORSI? CI DAREBBERO UN CALCIO NEL SEDERE»






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *