COMUNICATO

Serie B: TAR accoglie ricorsi
contro format a 19 squadre

Serie B: TAR accoglie ricorsi contro format a 19 squadre

Continua la telenovela in Serie B.

 

Sembrava essersi conclusa la storia dei ripescaggi del campionato cadetto. Oggi è però arrivata una clamorosa sentenza da parte del TAR, che ha accolto il ricorso della Ternana contro il cambio di format da 22 a 19 squadre.

Di seguito il comunicato ufficiale:
 

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima Ter), Accoglie l’istanza cautelare e, per l’effetto, sospende i provvedimenti impugnati ai fini del riesame degli stessi nei sensi di cui in motivazione; Fissa per la discussione del merito l’udienza pubblica del 26 marzo 2019; Compensa le spese della presente fase. La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti. Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 23 ottobre 2018 con l'intervento dei magistrati: N. 11188/2018 REG.RIC. Germana Panzironi, Presidente Anna Maria Verlengia, Consigliere Francesca Petrucciani






2 commenti

  1. Palermo domina 51 giorni fa

    Il Palermo, che merita di andare in A al posto del Frosinone dopo la scandalosa finale di play off, non è stato ancora ripescato. Le squadre di A si avvantaggiano dall'avere il frosinone in A. E persino ora il Palermo se rimane in B è costretto a rigiocare altre 8 partite e a finire il campionato a luglio per la B a 22. Dopo il danno la beffa. Sembra di stare su scherzi a parte!

  2. Palermo domina 51 giorni fa

    Va bene, purchè ripeschiate allora il Palermo in A! il Palermo merita la A al posto del frosinone. Bloccate tutti i campionati e ricominciate da zero. Il Palermo ha più diritto di ternana, novara, catania, vercelli e così via.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *