STAGIONE PRECEDENTE

7ª giornata, Serie B a confronto

7ª giornata, Serie B a confronto



Il campionato di Serie B si ferma per le nazionali e dopo sette giornate le corse promozione, play-off e salvezza cominciano a dare i primi spunti interessanti. L’anno scorso, per via dell’assenza della sosta in cadetteria, la settima giornata si è giocata già a fine settembre e anche in quel caso iniziavano ad emergere alcuni dati indicativi, per poi assistere alle rapide ascese e alle forti cadute che la cadetteria è abituata a farci vedere.

 

Alla settima giornata del campionato di Serie B 2017/2018 la capolista era il Frosinone con 14 punti, frutto di 4 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta, seguita da Perugia, Avellino e Palermo con 13. Nelle prime sette giornate i rosa avevano racimolato 3 vittorie, 4 pareggi e nessuna sconfitta, unica squadra fino a quel momento imbattuta in cadetteria. Oggi invece la capolista è il Pescara di Pillon con 15 punti, uno in più del Frosinone primo l'anno scorso, con 4 vittorie, 3 pareggi e 0 sconfitte, ma a differenza della stagione 2017/2018 anche la Cremonese in questo momento non ha ancora perso una sfida; seguono il Verona con 13 punti e Lecce e Spezia con 12. Diversa la situazione del Palermo, che delle prime sei squadre in classifica è l'unica ad aver già fatto il turno di riposo ed è quindi fermo a 6 gare: 11 i punti dei rosa finora frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta. Se si guarda invece al rendimento nella passata stagione dopo 6 partite la squadra rosanero era terza a 12 punti, uno in più di quest'anno, diventati poi 13 per l'appunto nella giornata successiva con il pareggio di Ascoli. 

 

In zona play-off l'anno scorso, oltre alle già citate Palermo ed Avellino, vi erano l'Empoli, allenato ancora da Vivarini, e il Carpi entrambe con 11 punti, seguite da un gruppone di sei squadre ovvero Pescara, Cittadella, Venezia, Brescia, Parma e Spezia tutte con 10 punti. Nella classifica della stagione attuale oltre a Lecce, Spezia e Palermo, in zona spareggi per la promozione troviamo la Cremonese con 11 punti e Cittadella, Benevento, Brescia e Salernitana a quota 10 considerando però che Cittadella e Benevento hanno una partita in meno. Migliora quindi drasticamente il Pescara rispetto all'anno scorso mentre Spezia, Cittadella e Brescia si confermano in zona play-off alla settima giornata del campionato attuale così come nella stagione precedente. 

 

Per concludere andiamo alla zona retrocessione dove l’anno scorso, come fanalino di coda dopo sette giornate, vi era il Cesena con 4 punti frutto di una vittoria, un pareggio e 5 sconfitte, penultima la Pro Vercelli a 5 e terzultima la Ternana con 6 punti. Quest’anno invece ad occupare l’ultimo posto in classifica c’è il Livorno con 2 punti ma con una partita in meno, e tre squadre a 4 punti ovvero Cosenza, Foggia (quest’ultima però con una penalizzazione alle spalle già estinta) e Venezia, decisamente peggiorato rispetto all’anno scorso ma anch’esso con sei partite disputate.

 

 

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *