AI NOSTRI MICROFONI

Sentenza della Corte
d'Appello. Parla Foschi

Sentenza della Corte d'Appello. Parla Foschi

Per commentare a caldo la sentenza della Corte Federale di Appello che ha confermato la permanenza in serie B del Palermo Calcio, abbiamo raggiunto telefonicamente il direttore rosanero Rino Foschi.

Di seguito quanto emerso.

 

Dopo lo spauracchio sono contento perché siamo nella categoria che ci compete. Se c’era qualcosa da pagare l’abbiamo pagata: ripartiamo per fare ancora meglio.

Con una certa professionalità e il lavoro dobbiamo ripartire.

 

Le sensazioni degli ultimi mesi.

Siamo arrivati in un imbuto molto pericoloso.

È andato tutto bene e adesso sono contento della permanenza in B e professionalmente voglio fare meglio dell’anno scorso.

 

In conclusione, un pensiero sul prossimo futuro.

Saremo mentalmente più forti di prima soprattutto perché se è stato commesso qualche errore l’abbiamo pagato.

Ora vogliamo fare meglio dello scorso anno.






8 commenti

  1. Brasile 29/05/2019

    Ma smettetela di dire via Foschi. Se c'è una persona che veramente ha mostrato da sempre grande attaccamento alla maglia rosanero, e' proprio Rino Foschi. Sicuramente più fedele di certi pseudo finti tifosi.

  2. Daniele 29/05/2019

    Adesso devono andare via Foschi, De angeli, e questi soggetti. E provare a trovare una nuova proprietà meno ridicola.

  3. Daniele 29/05/2019

    Adesso speriamo che la nuova società sia più solida e possa valorizzare la squadra e la città, Foschi presidente ad honorem.

  4. Aggregazione galattica lame rotanti 29/05/2019

    Non v'è proprio nulla di cui essere soddisfatti. Bisogna invece continuare ad adire le vie legali per annullare i playoff e ripeterli con la partecipazione del Palermo o, in subordine, ottenere cospicui rimborsi per il danno economico generato da sentenze e provvedimenti non corretti. Inoltre la preziosa attività della class action permetterà di intentare ulteriori processi a quasi tutte le società italiane di B e di A, con conseguenti penalizzazioni delle stesse. La Lega di Serie B deve essere inoltre riformata con le dimissioni in toto dell'apparato dirigente.

  5. Giancarlo Celano 29/05/2019

    Essere contenti oppure delusi? Certo che se consideriamo che eravamo a 4 pareggi dalla serie A, non si può festeggiare un simile evento, ma se interiorizziamo che eravamo in C, ciò equivale ad una promozione dalla C alla B e quindi festeggiamo! Ma a condizione che la nuova proprietà ci faccia fare un doppio salto verso la serie A; però occorre ripartire da un team calciatori di primo livello.

  6. Attilio 29/05/2019

    E adesso un solo obiettivo, rifondare la squadra per più della metà tenendo in rosa solo chi ha veramente senso di appartenenza e fame di traguardi prestigiosi.

  7. Totino 29/05/2019

    Adesso un bel derby Palermo Trapani

  8. noitifosidelpalermo.jimdo 29/05/2019

    Dagli erorri si impara, a foschi e alla proprietà il compito di costruire una squadra competitiva per andare in serie A, spero che mandano via certi giocatori che sono a Palermo da 4/5 anni e che non hanno più motivazioni.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *