PROSSIMA STAGIONE

Identikit allenatore e mercato:
cosa ha detto Sagramola

Identikit allenatore e calciomercato: cosa ha detto Sagramola



Il Consiglio Federale ha ratificato le decisioni della Lega Nazionale Dilettanti in merito a promozioni e retrocessioni.

 

Il Palermo è in Serie D (oggi il Consiglio Direttivo della LND ufficializzerà il tutto) e la dirigenza è al lavoro per costruire una squadra competitiva per il terzo campionato italiano. La priorità, ovviamente, è il tecnico che dovrà guidare i rosanero alla promozione.


LEGGI ANCHE: I PUNTI CHIAVE DELLA CONFERENZA DI MIRRI


La Gazzetta dello Sport di oggi riporta le parole di Sagramola rilasciate durante la conferenza di ieri e in cui vi è l’identikit del tecnico che verrà. L’amministratore delegato e il direttore sportivo Renzo Castagnini sono al lavoro già da un po’ e i nomi degli allenatori su cui hanno messo gli occhi sono molti:

 

 «Annunciare eventualmente l’allenatore in ritardo – ha precisato l’amministratore delegato rosanero – non significa non averlo individuato prima e assieme a lui aver cominciato ad immaginare come costruire la squadra, quanto meno le caratteristiche dei giocatori che servono. L’impegno resta quello di costruire una squadra che possa essere protagonista in Serie C. Il profilo? Un allenatore che abbia esperienza nel campionato complicato che andremo affrontare e che prediliga lo spettacolo perché credo che al Barbera si debba anche godere dello spettacolo calcistico».

 

Per quanto riguarda i giocatori, Sagramola ha dichiarato che la squadra partirà dai giocatori che hanno già esperienza di campionati superiori o i giovani di talento:  «Pelagotti, Accardi, Crivello, Lancini, Martinelli e Floriano certamente. Tra i giovani Doda e Lucca, mentre per Peretti, Kraja, Felici e Silipo la società ha già avviato trattative con i rispettivi club».

 

La sessione di mercato avrà inizio il primo settembre, ma la società, tramite le parole di Rinaldo Sagramola, ha fatto sapere che «Preferiremmo non lavorare più su prestiti – ha spiegato Sagramola – affinché i ragazzi che il Palermo andrà a valorizzare possano un domani diventare nostro patrimonio. Da parte di tutti i club abbiamo ricevuto una certa disponibilità al dialogo».

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

MIRRI: «ABBIAMO ONORATO I NOSTRI IMPEGNI FINO ALL'ULTIMO»

 

VICENDA DI PIAZZA, MIRRI: «IL PALERMO NON È UN GIOCATTOLO»

 

STADIO, CENTRO SPORTIVO E MAGLIE: PARLA DARIO MIRRI

 

«IL NUOVO ALLENATORE DOVRÀ PORTARE SPETTACOLO AL BARBERA»






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *