Rotocalcio Live, Alibani: "De Zerbi uomo giusto. Nel calcio per andare avanti ci vuole un progetto"




Dopo il pareggio amaro ottenuto dal Palermo contro la Sampdoria, la squadra di De Zerbi si prepara ad affrontare il Torino di Sinisa Mihajlovic dopo la sosta delle Nazionali. I rosanero hanno conquistato 6 punto in 7 partite, cinfra inferiore rispetto lo scorso anno, ma le buone prestazioni offerte dai giocatori fanno ben sperare per il futuro. Intervenuto nel salotto della trasmissione Rotocalcio Live, il giornalista di 7 Gold, Simone Alibani, ha parlato della situazione del Palermo e della partita del 'Marassi'. Un punto guadagnato o due punti persi? Come hai visto Sampdoria - Palermo? Sono d'accordo quando si dice che il gioco di De Zerbi sia innovativo pur avendo una rosa modesta, però è anche vero che il calcio è una cosa estremamente semplice. Nel calcio devi tirare in porta. Cosa sarebbe successo se a Pescara o a Bergamo non entravano i tiri di Nestorovski? Tra l'altro gli unici tiri. Penso che si debba dare tempo ad alcuni giocatori di assemblare il gioco del mister. De Zerbi potrebbe essere l'uomo giusto, ma è stato anche fortunato. La classifica è molto positiva. Con il rientro degli infortunati, come reagirà De Zerbi? Chi metterà al posto di Hiljemark a fianco di Diamanti? Volevo dire una cosa sul nostro attaccante. Nestorovski rappresenta la pragmaticità, su tre palloni giocabili ha fatto tre gol. E' vero che il campionato croato è ben diverso dalla Serie A, ma se il gol lo hai nel Dna li fai ovunque. Se Posavec non ce la dovesse fare, come lo vedi Fulignati? Di lui mi ha colpito l'esplosività in quelle poche partite che ho visto. I tifosi forse temono che vada a finire come Alastra che non si è affermato, ma credo che Fulignati sia più completo. Nel calcio va avanti solo chi ha più soldi? Il mercato che fa il Sassuolo può essere un esempio? Non sono d'accordo che il calcio è solo business. Ci vuole un progetto, se l'anno scorso il Palermo faceva una gestione saggia senza cambiare nove allenatori si salvava molto prima. Un esempio può essere il Chievo, che mantiene sempre una linea e non cambia il monte ingaggi e i giocatori.  






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *