REAZIONI

Repubblica - Palermo, il futuro
preoccupa: tifoseria spaccata

Repubblica - Palermo, il futuro preoccupa: tifoseria spaccata



Il futuro societario del Palermo preoccupa i tifosi. 

 

La squadra rosanero, che fatica a trovare continuità di risultati utili, scenderà oggi in campo contro la Viterbese per provare ancora una volta a risalire in classifica aumentando il distacco dalle inseguitrici, fra queste anche gli stessi uomini di Taurino a soli quattro punti di distacco dalla compagine di Boscaglia. Una vittoria esterna a Viterbo, oltre a dare punti necessari per migliorare la classifica, rasserenerebbe una tifoseria delusa dai risultati in campionato e preoccupata per il futuro societario. 

 

Come si legge su Repubblica Palermo fra i tifosi rosanero si è creata una vera e propria spaccatura, con il gruppo organizzato della Curva Nord 12 che non ha fatto mancare il proprio sostegno incitando la squadra alla partenza dallo stadio "Renzo Barbera" e una larga fetta dei sostenitori rosa che esprime il proprio malcontento e la propria preoccupazione per l'evolversi degli sviluppi societari. Intanto, a tal proposito, dopo l'assemblea dei soci domani si svolgera il Consiglio d'Amministrazione dal quale si evincerà il destino della controllante Hera Hora sempre più vicina alla liquidazione e Roberto Boscaglia, in conferenza stampa, ha voluto rassicurare tutti della solidità del progetto rosanero anche per il prossimo anno.  


NEWS DI GIORNATA

 

LE PROBABILI FORMAZIONI DI VITERBESE-PALERMO

 

LA VITERBESE: FISICO E AGGRESSIVITÀ PER SOGNARE I PLAY-OFF

 

VITERBESE-PALERMO, I CONVOCATI DI BOSCAGLIA

 

BOSCAGLIA: «GARANZIE DALLA SOCIETÀ. NON DOBBIAMO SNATURARCI»

 





11 commenti

  1. Bugia 52 giorni fa

    Certo, @saLamelecchi, hai perfettamente ragione. Ricordo invece, quando le possibilità economiche erano ben altre, squadroni indimenticabili. Come dimenticare ad esempio il mitico Palermo 2012/210, allenatore/i GasperiniMalesaniGasperiniSannino. Quel Palermo, mitico, che ha visto all'ombra di montepellegrino talenti del calibro di Fabbrini, Formica, Boselli, Faurlin, Bertolo, Labrin, Milanovic, Giorgi, Anselmo, ...etc, etc Stagione mitica, figlia di programmazione oculata, che, per mera sfortuna, ci ha portato in B.

  2. chi non salta è zamparini 52 giorni fa

    E' inoltre l caso di ripetere: Il deserto calcistico del disastro non è stato causato da Tuttolomondo ma dal suo partner Zamparini (Grazie Daniela). Il sensato entusiasmo per la dipartita calcistica dell'inibito di Vergiate è un fenomeno sociale di massa che ha investito decine di migliaia di sportivi e cittadini comuni, non alcune decine di tifosi come dice il menzognero MASTER TROLL. MZè sicuramente stato il peggior manager calcistico che mai abbia calpestato il suolo italico oltre che il peggior presidente rosanero ex aequo con Polizzi, Ferrara e Gambino.

  3. chi non salta è zamparini 52 giorni fa

    Continua. Ora sto così così. Vedo una squadra in difficoltà e basta. Ma tifo per la maglia e per i colori. E sono indulgente verso chi sbaglia senza imbrogliare. Ma lei è giustificato. Il suo difensore d’ufficio no.Tele Aggregazione di menzogne A lui manca l’onestà mentale. Stia sereno

  4. chi non salta è zamparini 52 giorni fa

    Sig. Stefano, perdoni, forse per via della sua bella età non ha più una memoria lunga efficiente.Io mi sono vergognato con MZ a vedere una squadra affidata a Lo Monaco con 13 acquisti gennaio tutti fasulli e vedere perdere partite come quella col Siena 1-2 con gol di Anselmo (mai visto giocatore più scarso in 50 anni) cacciato poi dallo stesso Lo Monaco. Più altre raccapriccianti vicende impossibili da ricordare, tutte. Mi sono vergognato a perdere i play out con la Battipagliese. O e essere eliminato dalla Coppa Italia prima dal Ravenna e poi dall’Alessandria mentre eravamo in A . segue

  5. Aggregazione galattica lame rotanti 53 giorni fa

    Concordo pienamente con @Stefano: si tratta, come ho più volte scritto, della peggiore squadra mai allestita all'ombra del Monte Pellegrino. #senzacalcio

  6. stefano 53 giorni fa

    io seguo il Palermo da quando 15enne, anziché andare a scuola all'ITI, andavo alla Favorita, a vedere gli allenamenti. Ora ho 71 anni...ma mai, come quest'anno , ho visto una squadra di peracottari, come l'attuale. Un allenatore senza senno, una dirigenza assente e incapace, un presidente che non sa che fare, se non starsene zitto, lasciando che la barca affondi. Oggi, per la prima volta, ho spento la TV prima della fine della partita. Vergognatevi tutti. Ci avete tolto il piacere di tifare Palermo.

  7. Paragone 53 giorni fa

    Le palle le sanno raccogliere solo in fondo alla propria rete.

  8. CLAUDIO 53 giorni fa

    Sembra un film già visto.. si iniziano le partite come fosse un allenamento. Dopo, nessuna reazione , una squadra di psicolabili.. rimpiango gli assennato, campofranco, de sensi, Biffi, lunerti, buoncammino, modica, Cecconi, Pappalardo, fragliasso e ho detto tutto.. almeno avevano gli attributi.

  9. Francesco da Treviso 53 giorni fa

    vergognarsi di quello che fate colori infangati giornata dopo giornata giocatori senza carattere via tutti non finisco di dire vergogna ......senza parole Società inietta DG devi dimetterti e ridare i soldi della paga indietro DS vattene via subito allenatore in confusione vai allenare altrove da Chiavari ti hanno cacciato.....delusione TOTALE Dispiacere Immenso partita dopo partita

  10. Aggregazione galattica lame rotanti 53 giorni fa

    Sempre che di vera spaccatura si possa parlare, visto il gruppo sparuto dei sostenitori della Mirriese. Una narrazione più realistica descriverebbe il tifo cittadino come una variabile tutto sommato trascurabile nel deserto calcistico creato dal disastro dei Tuttolovideo, oltre che dall'insensato entusiasmo di alcune decine di tifosi convinti che con la dipartita di Zamparini, il miglior Presidente all'ombra del Monte Pellegrino, non si sarebbe tornati indietro all'usuale mediocrità e inconsistenza dei progetti già visti in rosanero... #aspettandoilsecoloXXII

  11. Cornelius 54 giorni fa

    Secondo me, la messa in liquidazione della società, può essere un grosso boomerang. Soprattutto in questa fase di campionato così delicata e con l'imminenza del derby col Catania. Un pasticciaccio brutto quello di via del Fante. Proprio brutto, brutto, brutto.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *