REPUBBLICA

La Sicilia ha voglia di calcio:
code per gli abbonamenti

La Sicilia ha voglia di calcio: code per gli abbonamenti



La Sicilia ha voglia di tornare a respirare calcio. 

L'edizione odierna di Repubblica Palermo ha analizzato la situazione delle maggiori realtà dell'isola in merito alla vendita dei biglietti e delle campagne abbonamenti, sottolineando come la risposta del pubblico non si sia fatta attendere. 

 

Nel capoluogo siciliano sono rimaste circa 500 tessere a disposizione delle 2350 messe a disposizione dalla società per gli abbonati, considerando che 125 posti della capienza massima consentita sono riservati al settore ospiti. Dopo la confusione generatasi i primi giorni, con la vendita riservata solo ai tifosi facenti parte del gruppi di azionariato popolare "Amici Rosanero", la giornata di ieri è stata la seconda dedicata alla prelazione per i vecchi abbonati e la vendita procede spedita. Per la gara contro il Latina, con la Sicilia ancora in zona bianca, i biglietti a disposizione per il match saranno equivalenti a metà della capienza dello stadio ovvero 18.000 compresi gli abbonati, un'occasione per poter fare numeri importanti in termini di spettatori prima del ritorno ormai certo in zona gialla. 

 

Diversa la situazione delle altre due compagini siciliane che disputeranno il campionato di Serie C. A Catania i tifosi etnei hanno dimostrato di volersi abbonare per aiutare squadra e società ma, per via del debutto in trasferta, non sono ancora stati resi noti dati ufficiali relativamente all'andamento della campagna abbonamenti. A Messina, invece, cresce il malcontento per via dell'inagibilità dello stadio "Scoglio" che tiene ancora bloccata la sottoscrizione di tessere stagionali e impedirà ai tifosi di poter assistere al derby casalingo contro il Palermo che, con ogni probabilità, si giocherà a Vibo Valentia. 





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *