IN TRIBUNALE

Primo round: il Palermo
in udienza dal giudice

Primo round: il Palermo in udienza dal giudice



Un giorno importante, ma non decisivo oggi per il Palermo che si presenterà al tribunale di Palermo per le controdeduzioni sull’istanza fallimentare, in particolar modo in merito alle anomalie di bilancio causate dalla compravendita della MePal. All’udienza saranno presenti il Presidente del Palermo Giammarva e l’avvocato Francesco Paolo Di Trapani.

 

Il pericolo più grande a cui si va in contro, è quello che vede il Palermo impossibilitato a risanare il debito di circa 60 milioni. Tra le altre accuse, ricordiamo, anche quello di falso in bilancio, appropriazione indebita, riciclaggio e autoriciclaggio che porterebbero la società rosanero al principio di fallimento e anche ad un possibile illecito sportivo (dato che potrebbe anche essere stata aggirata la COVISOC, la Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche che si occupa di tenere sotto controllo la situazione economica delle squadre).

 

>>Zamparini e un debito insanabile. Rischio bancarotta fraudolenta

 

Ma come ha dichiarato lo stesso Maurizio Zamparini in un’intervista alla nostra redazione di qualche mese fa, si tratterebbe di operazioni per ottimizzare il bilancio, un’operazione che a detta dell’ex Presidente è molto frequente anche nei grandi club. Ma se per quanto riguarda questi ultimi il marchio è stato venduto ad altre società, per il Palermo si tratterebbe di una vendita ad una società di proprietà dello stesso imprenditore friulano e di conseguenza di una plus valenza fittizia. L’altra società è Alyssa.

 

Ma cosa accadrebbe a livello sportivo?

Se il fallimento dovesse essere confermato, il Palermo potrebbe risentirne per il mercato di riparazione di gennaio. I beni della società rosanero infatti, in caso di fallimento passerebbero di fatto al tribunale, e di conseguenza sono ‘’inutilizzabili’’. Non potendo comprare, data l’istanza di fallimento, il club non può neanche vendere.

 

Oggi tuttavia, la nostra redazione sarà presente al tribunale di Palermo per tenervi aggiornati sullo sviluppo della vicenda con dirette, sulla nostra pagina facebook (https://www.facebook.com/forzapalermo.it/)e sul sito, e news.





1 commento

  1. Marcello 11 giorni fa

    "Il debito di circa 60 milioni". Dunque, siamo partiti da 120, anzi 122, ieri era crollato a 70, oggi di nuovo giù e si assesta a 60. Se continua così, a breve andremo a credito, vai Palermo!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *