CAMBIO DI ROTTA

Play-off: Palermo, le avversarie
ti hanno già fatto male

Play-off: Palermo, le avversarie ti hanno già fatto male



Il Palermo si appresta ad affrontare l’ultimo match della regular season di Serie B in trasferta contro la Salernitana.
I rosa dovranno cercare di vincere a tutti i costi almeno per difendere il quarto posto che, in ottica play-off, garantirebbe l'accesso diretto alla semifinale, evitando così il turno preliminare.


Insieme alla molto probabile presenza del Palermo nei play-off, sicure di un posto sono Cittadella, Venezia, Bari e Perugia.
La squadra di Stellone sicuramente è la meno esperta tra le sei formazioni, considerando anche la presenza di una tra Frosinone e Parma.

Il Cittadella disputa i play-off per il secondo anno di fila e di sicuro dirà la propria con Venturato in panchina. Il Perugia è alla terza partecipazione e potrebbe essere l’outsider, come il Benevento nella scorsa stagione: in panchina ci sarà Alessandro Nesta, alla prima esperienza in una squadra italiana.
Anche nel Bari ci sarà un tecnico alle prime armi, Fabio Grosso: la squadra pugliese non si potrà permettere le prestazioni altalenanti spesso viste nel corso di questo campionato, se vorrà lottare fino alla fine per la A.

Per il Venezia, come per il Palermo, sarà la prima volta ai play-off. La squadra di Inzaghi, però, ha mostrato grande carattere e voglia di lottare nel corso di tutto la stagione. Due elementi fondamentali per affrontare il torneo.


 

Data per scontata la promozione del Frosinone, almeno di clamorosi risultati, l’ultima squadra che rimane è il Parma. I ducali insieme al Palermo sono i favoriti per organico, ma la squadra di D’Aversa rispetto ai rosa ha un vantaggio: sa già bene cosa significa giocare i play-off. Infatti il Parma l’anno scorso è riuscito ad ottenere la promozione in Serie B battendo in finale il Pordenone dell’ex allenatore del Palermo Tedino.

 

I play-off sono una vera e propria “guerra di nervi”. Alla fine vincerà chi avrà avuto più carattere e il Palermo di questo momento parte svantaggiato.
Stellone dovrà dare una scossa al gruppo che anche nel secondo tempo col Cesena ha mostrato di avere poca benzina nel serbatoio.

Escludendo la netta vittoria di Bari, il Palermo ha fatto sempre fatica con le squadre che parteciperanno ai play-off: contro i pugliesi al ritorno è finita 1-1; con Parma, Cittadella e Venezia una sconfitta e un pareggio. Con il Perugia all’andata è arrivata una vittoria sofferta allo scadere mentre al ritorno gli umbri riuscirono ad imporsi 1-0.

Il cambio di rotta è necessario. Stellone dovrà ripartire dall’atteggiamento che la squadra ha avuto nel primo tempo contro il Bari dove tutti lottavano su ogni pallone. È l’unico modo per poter affrontare al meglio la lunga battaglia dei play-off.






1 commento

  1. Paolo 11 giorni fa

    Alle 14 su Sportitalia ce in diretta la Supercoppa primavera Novara-Palermo, forza picciotti Rosanero

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *