BIG MATCH

Qualità, solidità e corsa
Arriva il Pescara

Qualità, solidità e corsa: il prossimo avversario del Palermo



 

Il prossimo avversario del Palermo è attualmente la squadra che ha fatto meglio nel campionato di Serie B: il Pescara di Giuseppe 'Bepi' Pillon sta attirando su di sè tutte le attenzioni degli addetti ai lavori e non solo. Alla vigilia gli abruzzesi non erano considerati tra i favoriti, ma una buona squadra, che poteva lottare per un piazzamento play-off disputando una buona stagione, ma gli uomini di Pillon stanno superando le attese.

 

Qualità, solidità e corsa: sono queste le tra caratteristiche prinicipali che Pillon ha dato al Pescara grazie anche a una buona rosa, con diversi interpreti giovani di ottimo livello.

L'anno scorso con Zeman gli abruzzesi erano molto altalenanti, navigando tra la zona bassa e metà classifica. Da aprile la squadra ha cambiato volto, Pillon ha dato maggiore copertura in difesa e il Pescara è riuscito a salvarsi. Nel mercato esitvo non si è cambiato molto, è andato via Pettinari ed è arrivato l'ex rosanero Monachello, per il resto la struttura della squadra è rimasta la stessa. Eppure quest'anno il Pescara è partito a mille.

 

In casa gli abruzzesi hanno fatto le loro fortune: solo vittorie fino alla sconfitta casalinga contro il Cittadella, alla nona giornata, e non contro squadre qualsiasi. Oltre al Livorno, il Pescara ha battuto il Foggia, il Crotone e il Benevento totalizzando 10 punti in 4 partite con 7 gol fatti e 3 subiti.

In trasferta i delfini hanno ottenuto tre pareggi iniziali e una vittoria all'ottava giornata a La Spezia, mantenendo l'imbattibilità. L'impressione è che gli uomini di Pillon stiano crescendo gradualmente e, nonostante il passo falso contro il Cittadella, il Pescara si è rialzato subito strappando un pareggio nella difficile trasferta di Crotone e vincendo una partita sofferta e pazza contro il Lecce per 4-2.

 

Il bicchiere mezzo pieno per il Palermo dice che il Pescara non è abituato a vincere in trasferta e ultimamente sta soffrendo un po' di più.

Contro il Lecce è andato in vantaggio di due gol, poi si è fatto rimontare e soltanto dopo le due espulsioni ai pugliesi all'ultimo minuto è riuscito a vincerla grazie alle due perle del giovane Del Sole. Ma il Pescara resta una squadra pericolosa, soprattutto a centrocampo perché è lì che ha più qualità con Brugman, Memushaj e Gravillon che si sta imponendo piano piano.

 

Il Palermo non dovrà lasciargli spazio in mezzo al campo andando ad ostruire le linee di passaggio, cercando di concretizzare il più possibile le occasioni, perché segnare al Pescara quest'anno non è affatto facile. Solo Padova e Lecce, infatti, sono riusciti a segnare più di un gol alla squadra di Pillon. Il match di domenica del "Barbera" sembra essere più equilibrato che mai.






1 commento

  1. Paolo 9 giorni fa

    Ma che c'entra la foto con Tedino?

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *