Pergolizzi: «Un onore far parte di questa famiglia» - Forza Palermo Calcio Giornale
LA CONFERENZA

Pergolizzi: «Un onore far
parte di questa famiglia»

Pergolizzi: «Un onore far parte di questa famiglia»



Il nuovo tecnico del Palermo Rosario Pergolizzi si è presentato alla stampa al San Lorenzo Mercato parlando del suo ritorno in rosanero: 

 

«Siamo qui per cercare di onorare questa maglia e fare il bene della città e dei tifosi. Sono molto più esplicito e diretto nei campi di calcio, queste situazioni mi fanno piacere, ma mi appartangono poco (le conferenze). Il Palermo ha tanto, ha amore e vi ringrazio per il tempo che ci sta dedicando».

 

VOGLIA E CATTIVERIA

«Bisogna conoscere le squadre contro cui giocheremo. Troveremo tanti siciliani che giocheranno in squadra che non sono il Palermo e proveranno a metterci in difficoltà. La qualità, la voglia e la cattiveria agonistica servono per questa categoria. Noi dobbiamo rispettare ovunque l'avversario. Noi non dobbiamo arrivare secondi. Cercheremo di fare il meglio possibile».

 

LA SCELTA

«Cosa mi ha convinto a venire? È un onore far parte di questa famiglia. Ho scelto questo per la società. per le persone. Vedendo che ci sono diverse persone per bene e che hanno lo stesso DNA. La società è composta da persone serie, da persone che ci credono».

 

MERCATO

«Abbiamo deciso di rappresentare e rappresentarci nei ruoli. Ricordiamo che il direttore è stato nel settore giovanile della Juventus e conosce anche lui molti giovani. Sono cambiati i giovani, i tempi e pure io. L'obiettivo è tornare in alto. Posso dire qualche nome, ma i giocatori li scegliermo con la società perché siamo una famiglia».

 

MODULO

«Ok che facciamo tutto insieme, ma modulo, formazioni li sceglie il tecnico. Verrà fatta una squadra come deve essere fatta. Il mercato lo faremo con tutti, ma formazione e modulo li farà l'allenatore. Faremo il 4-2-3-1».

 

VETERANI

«Santana e Caracciolo buoni profili? Assolutamente sì. Ma ciò non significa che li prenderemo. C'è da sottolineare che, non perché è il Palermo ci sono tanti soldi, i soldi non ci sono. Normale che ci sono delle regole e bisogna rispettarle. Quindi sia che si ha 37 anni che ne hai 15 bisogna rispettare gli altri».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *