BATTAGLIA LEGALE

«Pena abnorme» la risposta dei
legali del club al TFN

«Pena abnorme» la risposta dei legali del club al TFN



 

Dopo che ieri la Corte Federale d'Appello ha rigettato la richiesta del Palermo di sospensione dei playoff, i legali del club rosanero ha preparato il ricorso al CONI in attesa del 23 maggio, quando alle 14:30 la Corte Federale d'Appello, presieduta da Sergio Santoro, deciderà per il secondo grado di giudizio dopo quello del TFN.

Il pool di legali del Palermo, composto dagli avvocati Trinchera, Pantaleone, Gattuso, Terracchio e Di Ciommo, si sono esposti sul Giornale di Sicilia:

 

«La documentazione presentata mercoledì presso la Corte federale d’appello si basa, oltre che sulle contestazioni già espresse in primo grado di giudizio, anche su precedenti paragonabili a quelli del club e alla posizione di Zamparini. L’ex patron, infatti, non è stato giudicato poiché il deferimento nei suoi confronti è stato ritenuto inammissibile per un vizio procedurale, legato alle tempistiche della notifica di convocazione per l’udienzaSul caso Mepal-Alyssa (paragone che viene fatto con altre squadre che hanno ceduto il marchio come Milan, Inter, Roma, Lazio e Verona) di sospendere la pena di primo grado prima dell’inizio dei play-off (respinta ieri stessa dalla corte d’appello), è quella di annullare la sanzione di retrocessione all’ultimo posto in classifica per inammissibilità del deferimento della Procura federale, nonché di dichiarare infondata, erronea o illegittima la decisione del Tribunale federale nazionale, considerata una pena abnorme».


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

Palermo: ricorso al Coni contro il verdetto della CAF

 

Palermo non si arrende: comunicato Rosanero Class Action

 

«NESSUN COMMENTO» IL COMUNICATO DEL PALERMO

 

PALERMO, LA DECISIONE DELLA CORTE FEDERALE D'APPELLO






2 commenti

  1. Cittadino 30 giorni fa

    Al di là di altre considerazioni sulla contestata amministrazione creativa del Palermo, può mai essere considerato colpevole un Club dai cui conti si sono smaterializzate cifre che ne avrebbero permesso la regolare iscrizione? Si guarda alla cessione del marchio a Mepal e non si indaga su cessioni che hanno fatto perdere al Club cifre di almeno pari valore? Troppo facile osservare solo una faccia della medaglia ... E l'altra? E tutte le altre Società? Sono tutte pudebonde verginelle?

  2. Mic 30 giorni fa

    Leggete bene.....cessione del marchio fatta anche da Milan Inter Lazio Roma.......vadano adesso a controllare se anche queste società hanno creato valori non reali con perizie di favore......se Zamparini ha sbagliato a coprire così le perdite non si può pensare che si sia inventato di cedere il marchio la ha sicuramente visto fare agli altri ora vadano a controllare TUTTI

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *