Palermo, Zeman e tifosi. Parla Modica - Forza Palermo Calcio Giornale
INTERVISTA

Palermo, Zeman e tifosi
Parla Modica

Palermo, Zeman e tifosi. Parla Modica



 

Originario di Mazara del Vallo e giocatore del Palermo negli anni ottanta e novanta, Giacomo Modica ha passato gran parte della sua carriere da allenatore come vice di Zeman. Adesso l ‘ex tecnico di Messina e Cosenza potrebbe essere chiamato per guidare la squadra rosanero il prossimo anno.

 

 

«La situazione del Palermo? Che tristezza, ma non è stata una sorpresa. Quando si commettono tanti errori, alla fine si paga – ha dichiarato al Corriere dello Sport-. Una ferita profonda che Palermo non merita. Il film di Zamparini si è interrotto nel peggiore dei modi. La colpa più grave è stata la mancanza di chiarezza».

 

PROPOSTE PALERMO E ZEMAN

«Se sono mai stato chiamato per allenare il Palermo? Mi hanno ignorato come se, da quelle parti, non fossi mai passato. Ero un lattante quando allenava la primavera del Palermo. Zeman? Mi colpì il suo carisma. E la profonda umanità. Zeman è il calcio, ha ragione quando dice di essere avanti ancora cinque anni rispetto agli altri. Io direi anche dieci».

 

LICATA

 «Una rivoluzione. Prese parte della primavera rosa e trascinò allo stadio cinquemila persone. Che favola! Zeman, il profeta. Può sembrare simpatico o antipatico. Chi non lo conosce stia zitto. Lo puoi anche licenziare ma di aziende ne ha salvate tante».

 

 

MESSINA E SCHILLACI

«Totò valeva dieci e navigava appena sopra la sufficienza. Un giorno si addormentò: “Mister, volevo riposare altri dieci minuti e ho tirato avanti per due ore". Zeman lo metteva sotto e Totò spalancava gli occhi sgranati di suo. Con Schillaci, ho vissuto un rapporto straordinario: lui nove, io dieci, quell’anno segnò una montagna di gol».

 

ZEMAN – PALERMO

«Zeman in D è una bestemmia. Un’altra storia se poi vuol farlo per amore della città».

 

MODICA-PALERMO

«Mi sono liberato dalla Cavese malgrado altri due anni di contratto. Solo io e Gattuso facciamo queste cose (ride, ndc)! Non sono uno che si propone. La categoria non conta, con un progetto convincente penso che chiunque sarebbe pronto a dire "yes". E Modica è uno di questi. Zeman direttore tecnico e Modica allenatore? Perché no?».

 

PALERMO IN D

«Deve vincere. Subito. Sarà, per la categoria, una squadra da … A travestita da dilettante».

 

TIFOSI PALERMO: SALTO DALLA A ALLA D

«Hanno di meglio? Debbono vedere che si suda la maglia e che c'è voglia di superare il primo gradino. Non si possono compiere tre salti insieme. Preferisco una casa costruita dalle fondamenta di una che con una piccola scossa cade giù».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *