VITERBESE

Boscaglia: «Non possiamo più
permetterci scivoloni»

Boscaglia: «Non possiamo più permetterci scivoloni»



Parla Roberto Boscaglia

L'allenatore del Palermo è intervenuto in conferenza stampa per parlare della sfida di domani allo stadio "Renzo Barbera" contro la Viterbese


“Non cerco rotazione ma cerco di mettere in campo la squadra che mi da più garanzie in termini di corsa. Ci sono giocatori che hanno bisogno di rifiatare ma altri che possono giocare anche 4-5 partite. Non dobbiamo fare turnover forzato ma cambiare soltanto qualora fosse necessario”.

 

PSICOLOGIA
“In queste due partite non ho fatto psicologia, ho lavorato su quello che ho visto e ho parlato soprattutto nei post partita sulle sensazioni che ho avuto. Gli elogi dopo la Turris ci stavano perché secondo me abbiamo fatto una grande gara, un po’ di situazioni che non mi sono piaciute nel secondo tempo contro il Monopoli le ho fatte presente. Cose che loro sanno e hanno capito perché erano sbagliate. Poi il risultato era diverso e sul 3-0 ci poteva anche stare ma non devo fare psicologia spicciola alla squadra. Io a loro dico solo quello che penso”.

 

CONDIZIONE
“Non sono bravo a fare percentuali. La strada è questa, dobbiamo ancorar limare certe situazioni e dobbiamo recuperare qualche giocatore al 100%. Questo è il percorso naturale che avevo previsto, stiamo facendo molto bene e dobbiamo continuare così. Il calcio è molto situazionale ma a livello di prestazioni sono molto contento, rimane comunque ancora tanto da fare”.

 

RISALIRE LA CLASSIFICA
"E' lecito iniziare a puntare soltanto la prossima partita. Contro la Turris magari scivoli per gli episodi ma noi rispetto agli altri abbiamo azzerato i bonus visto l’inizio di campionato stentato. Non possiamo più permetterci scivoloni, dobbiamo lavorare partita dopo partita. Metteremo tutto quello che abbiamo per vincere anche contro la Viterbese e poi occhio alla gara successiva. Io vorrei agganciare tutti, vogliamo essere lì in alto perché è lì che il Palermo deve stare. Non possiamo nascondere i nostri obiettivi e la classifica di 5-6 partite fa non era la nostra classifica. Ci stiamo avvicinando a quello che può essere il nostro percorso e che deve portarci a giocarcela fino alla fine contro tutti”.

 

VITERBESE
“Non credo nelle squadre in difficoltà, la Viterbese è una squadra fisica che se ha spazio sa anche giocare bene. In attacco hanno velocità e forza fisica ma noi siamo il Palermo e dobbiamo fare il nostro calcio. Ognuno deve dare qualcosa in più perché è nelle nostre corde. Classifica difficile degli avversari? Pensiamo a quello che noi eravamo 5-6 partite fa nonostante sappiamo qual’è il nostro percorso. Non possiamo sapere da fuori cosa succede, la Viterbese rimane una squadra ostica. Mi aspetto una partita complicata e per quello che ho visto nonostante la loro classifica è una squadra di tutto rispetto. Se vedremo una squadra chiusa? Hanno cambiato allenatore e fatto 2-3 moduli diversi, avendo perso potrebbero anche cambiare rispetto alla settimana scorsa. Dobbiamo pensare prevalentemente a noi stessi e dare solo un’occhiata agli altri. Dobbiamo essere pronti a tutto, anche il Monopoli pensavamo avrebbe fatto una gara chiusa e così non è stato”.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *