IL COMMENTO

Il Palermo è ancora vivo: con la
Ternana un pari che sta stretto

Il Palermo è ancora vivo: con la Ternana un pari che sta stretto



Stralci di vero Palermo.

La squadra rosanero dopo lo scialbo pareggio di Potenza sforna una prestazione importante, totalmente differente rispetto alle ultime uscite e riesce a tenere testa alla Ternana, capolista e vera corazzata del torneo.

 

Mister Boscaglia conferma di aver trovato l’undici tipo per questo Palermo: fatta eccezione per il ritorno di Accardi sulla corsia di destra il tecnico rosanero schiera la squadra vista nel pareggio contro il Potenza, con Palazzi in difesa e il tridente composto da Kanoute, Lucca e Valente. Il Palermo, a cospetto della capolista del torneo, mostra migliorie sul piano dell’atteggiamento e tiene il pallino del gioco con la Ternana che si limita ad attendere sorniona per colpire in contropiede. Gli ospiti lasciano spazio ai rosa per giocare e il doppio cambio fatto da Lucarelli alla mezz’ora del primo tempo è sentore di qualcosa che non va come dovrebbe nella prestazione delle fere, merito della squadra rosanero che come raramente visto in questo campionato è sul pezzo soprattutto sul piano dell'atteggiamento. 

 

La ripresa inizia con l’ingresso in campo di Silipo e il Palermo trova il gol del vantaggio: bel cross di Accardi per la testa di Lucca che dall’area piccola trafigge Iannarilli. La sensazione palesata già dalla prima frazione di gioco è che si vede tutt’altro Palermo rispetto alle ultime partite, con una maggiore aggressività, l’atteggiamento giusto e giocatori apparsi finora deludenti decisamente in palla, Luperini su tutti. L’infortunio patito da Accardi e l’ingresso in campo di Doda cambiano la gara, purtroppo in negativo, per i rosa e si erge tutto il talento di un certo Cesar Falletti. L’ex giocatore rosanero approfitta infatti dell’ingresso a freddo del giovane terzino e fa valere tutta la sua qualità trafiggendo la squadra rosanero per il pareggio della Ternana nell’unico tiro in porta degli ospiti. Il talento uruguagio si ripete nel finale con una punizione splendida che si stampa sul palo interno facendo sudare freddo a tutto l’ambiente rosanero.

 

Un Palermo decisamente più volitivo e con un atteggiamento raramente visto in questo campionato ottiene un pareggio importante contro la capolista, unica squadra imbattuta in Europa nei campionati professionistici. Un pareggio che lascia anche un po’ l’amaro in bocca per il solito gol episodico, figlio anche di una attitudine da migliorare una volta trovato il vantaggio. Rimane tuttavia l’importanza del risultato considerata la differenza di classifica fra le due compagini e una prestazione importante, una delle migliori della stagione che con il giusto percorso di continuità potrebbe essere il preludio alla tanto agognata svolta del cammino del Palermo.





11 commenti

  1. chi non salta è zamparini 76 giorni fa

    il filotto dell'odiozia (odio+idiozia) scorre irrefrenabilmente. Roba da TROLL MASTER P.S. quanto all'attualità concordo pienamente con @Giuseppe

  2. Giuseppe 77 giorni fa

    La partita di ieri è la conferma che la squadra non è affatto male, ma finalizza poco e soprattutto non ha personalità da grande squadra. Perchè tirare fuori la prestazione contro Ternana, Bari, Catania e non contro la Cavese? Io credo che i dirigenti giustamente si aspettassero di più da questa squadra proprio perchè (a parte l'attacco) è ben assortita. Comunque su questa base si può costruire la squadra per l'anno prossimo per la promozione.

  3. Bugia 77 giorni fa

    Il filotto di baggianate del valletto, invece, è in corso da tempo immemore.

  4. Palermoforever? 77 giorni fa

    Questa è una squadra mediocre per capacità di concentrazione. In grado di tirare fuori una bella interpretazione, ma incapace di dare continuità alle proprie prestazioni. Ieri ho dato un'occhiata a Juve Stabia - Catania. Marotta era a Castellammare da due giorni, ma sembrava che stesse all'ombra del Vesuvio da sempre. Ad averlo noi un attaccante così, saremmo a darci di tu in classifica almeno col Bari. Sono errori tecnici, questi, che alla lunga si pagano anche perché non credo che le Vespe abbiano più denari del Palermo.

  5. Aggregazione galattica lame rotanti 77 giorni fa

    Credo che questa volta si tratti davvero di una svolta, anche perché un filotto ha già preso il suo corso: quello dei pareggi.

  6. Rosanero amareggiato 77 giorni fa

    Almeno non mi sono addormentato. Peccato per la papera difensiva. Avremmo potuto essere più cinici con quelle poche occasioni da gol ma se pensiamo al palo di Faletti con rimpallo nelle braccia di Pelagotti, beh il pareggio ci sta, anche perché la Ternana è tutt'altra caratura. Merita la posizione che occupa. Staremo a vedere se anche questo sarà l'ennesimo fuoco di paglia.

  7. Jonny96 77 giorni fa

    Grande partita contro una corazzata, la squadra messa su dal presidentissimo non è così male

  8. Bugia 77 giorni fa

    ...per alcuni era una partita da non giocare, da resa dichiarata e 0-3 a tavolino. La verità è che il Palermo non occupa la posizione in classifica che gli competerebbe per qualità dell'organico, per motivi legati, forse, a un mancato matrimonio tra rosa e allenatore, anche lui di qualità ma probabilmente incompatibile con le caratteristiche dei giocatori. L'errore, in buona fede, della società è stato questo, di certo non riconducibile a mancati investimenti. Per monte ingaggi siamo terzi...

  9. noitifosidelpalermo.jimdo 77 giorni fa

    Troppi gol sbagliati altrimenti si poteva vincere, purtroppo facciamo pochi gol

  10. Paolo 77 giorni fa

    Se il Palermo ha bisogno di un difensore centrale visto che fanno giocare Palazzi in difesa ce Heurtaux svincolato, è un difensore centrale di grande esperienza e la moglie è pure di Palermo. Mirri che ne pensi?

  11. Palermoforever? 77 giorni fa

    Non parliamo di svolte per cortesia perché - come del resto mi aspettavo - il Palermo ha tirato fuori una prestazione comme il faut proprio con i primi della classe. Il problema del Palermo non è affrontare chi gioca bene, ma imporre il proprio peso su chi fa della partita col Palermo la partita della vita. La personalità di una squadra non si inventa: o la si ha oppure non la si ha. Chi ha personalità lo dimostra con una continuità di rendimento che fa la differenza con gli altri. Questo è un pareggio ottimo, ma risulterà fine a sé stesso se non sarà seguito da altri risultati positivi.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *