Palermo, stallo Foschi: ancora separati in casa - Forza Palermo Calcio Giornale
CORSPORT

Palermo, stallo Foschi:
ancora separati in casa

Palermo, stallo Foschi: ancora separati in casa



La rivoluzione Palermo targata Arkus Network è ufficialmente iniziata. La nuova proprietà del club aveva annunciato, sin dal momento della presentazione ufficiale, che ci sarebbe stato un taglio netto con il passato e le manovre degli ultimi giorni stanno dando finora conferma delle parole di Tuttolomondo e soci. Ogni tassello sta prendendo il proprio posto nel momento di transizione che sta vivendo il club rosanero, tranne la situazione relativa a Rino Foschi

 

Come riporta Paolo Vannini per il Corriere dello Sport, rimane ancora sospesa la posizione del direttore sportivo del Palermo, ormai da settimane separato in casa ed escluso da qualsiasi decisione della nuova proprietà. La frattura è ormai insanabile, con Foschi che tuttavia ha ancora un anno di contratto e non ha intenzione di dimettersi, di conseguenza l'unica soluzione sarà quella di trovare un accordo economico per interrompere il rapporto di collaborazione rimanendo però ligi alla politica di risparmio fissata dalla proprietà. Inevitabile ma non indolore la rottura fra il Palermo e il direttore sportivo, figlia della rivoluzione programmata da Arkus e dalla già prevista convivenza quasi impossibile con il direttore generale Fabrizio Lucchesi, con i tifosi che, sebbene conoscano il lato "focoso" del carattere di Rino riponevano in lui grande fiducia e hanno apprezzato da sempre il suo operato. 

 

«Comunque la si voglia considerare ormai la strada è stata indicata: l’epurazione ha colpito praticamente tutti i protagonisti dell’era sportiva precedente»: scrive Vannini specificando come, fatta eccezione per la direttrice amministrativa Daniela De Angeli, il nuovo corso abbia toccato davvero tutti, dal settore medico a quello delle giovanili, passando per lo staff tecnico che ha visto lasciare andare anche l'amatissimo preparatore dei portieri Vincenzo Sicignano. Il nuovo tecnico Pasquale Marino si avvarrà del proprio staff, che con ogni probabilità vedrà Catello Senatore nella carica prima occupata dall'ex estremo difensore rosanero. Tutte queste scelte sono state confermate nel summit svoltosi ieri al "Renzo Barbera" fra Lucchesi, Albanese e Salvatore Tuttolomondo«Sono state ripianate pendenze precedenti e nell’assemblea già ssata per il 18 saranno stanziati i denari necessari per entrare negli indici di equilibrio patrimoniali richiesti dalla Covisoc e indispensabili per l’iscrizione» conclude Vannini, aggiungendo anche il raggiungimento dell'accordo per il rinnovo di Alberto Pomini ad ulteriore conferma che il progetto della nuova proprietà procede secondo i piani. 







Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *