CERTEZZE

Palermo, squadra più
forte del caos societario

Palermo, squadra più forte del caos societario



 

Il Palermo ha una squadra più forte del caos societario che le sta alle spalle, che si spera sia soltanto transitorio. Lo scrive Paolo Vannini sul Corriere dello Sport che analizza le certezze della squadra e le incertezze del futuro societario.

«La sicurezza del Palermo sul campo opposta alle perplessità suscitate da un cambio di proprietà dai contorni ancora indefiniti - si legge - per non dire oscuri. I due volti rosanero, destinati a tenere comunque desta l'attenzione sul calcio della quinta città d'Italia, patrimonio indiscutibile del nostro sport e come tale, bisognosa di tutele e cautele».

 

INCERTEZZE FUTURE

Le risposte non potranno tardare, anche perché la Lega B ha già inviato una mail alla società rosanero di fornire i documenti necessari entro il 30 dicembre, anche la Federcalcio vigila sulla situazione della cessione societaria. Finora, oltre alla Global Futures S&E si sono alternate tante sigle di companies cui riferire la proprietà del Palermo, che dovrebbe essere quella della Sport Capital Group Investment: società creata "ad hoc" lo scorso 30 novembre e composta curiosamente da Richardson, l'imprenditore John Treacy e il socio di Belli, Emanuele Facile. Intanto Platt, presentato come socio di Richardson, lascia dopo che in conferenza aveva detto che tornava. «Il dedalo di ipotesi - scrive Vannini - si potrà districare solo con gesti concreti, come la seconda tranche di stipendi prevista entro il 15 dicembre. Per una cifra peraltro non imponente (3 milioni) tanto che su questo fronte pare non ci siano problemi».

 

CERTEZZE TECNICHE

La certezza del Palermo è che tutto procede come se nulla fosse. Stellone e Foschi hanno avuto mandato di continuare senza problemi. Anzi, l'intenzione della nuova proprietà è quella di non toccare l'aspetto tecnico che sta fornendo ottimi risultati. Anche perché la conquista della Serie A vale una grossa cifra fra diritti televisivi e entrate varie capace di soddisfare gli investitori presenti e di attrarne altri. Il tutto vale anche per i giocatori in scadenza che potrebbe rinnovare in caso di promozione: da Aleesami a Jajalo vicino al sì, situazione in stand by per Rispoli, Struna e Pomini. Intanto Stellone viaggia a medie record, imbattuto da quando ha preso la squadra a settembre ottenendo 9 risultati utili consecutivi superando proprio se stesso l'anno scorso, quando ottenne 7 risultati positivi prima della finale play-off contro il Frosinone. 

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

 

ALTRI ARTICOLI

 

• ZAMPARINI: «QUESTA CESSIONE È REALE. NON C'È NESSUN PROBLEMA»

 

• IL PALERMO È DI SPORT CAPITAL GROUP. L'ANNUNCIO DI EMANUELE FACILE

 

• ZAMPARINI «A DISPOSIZIONE»? NON PROPRIO

 

• C'È EVIDENZA SU REGISTRO IMPRESE. NUOVI AUMENTI DI CAPITALE

 

• PALERMO BRITISH? E LA LEGA BUSSÒ

 

• NON ESCLUSIVA: ECCO IL RESPONSABILE A 360 GRADI DEL PALERMO

 

• MARINO: «CHIAMATA DA PALERMO? IMPOSSIBILE DIRE NO»

 

• GDS - IL PALERMO NON È DI GLOBAL FUTURES?

 






1 commento

  1. Spiderman 41 giorni fa

    Se vogliamo definire oscuri i contorni della cessione societaria del Palermo, come dovremmo definire quelli della cessione del Milan? Da bolgie infernali? Forse sarebbe bene guardare a tutto il sistema calcio e non guardare al solo Palermo che, al limite, può essere definita solo la punta di un gigantesco iceberg che ricomprende TUTTI gli interessi delle maggiori società italiane e non ...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *