LA SITUAZIONE

Palermo, si valuta il futuro
di Ricciardo e Sforzini

Palermo, si valuta il futuro di Ricciardo e Sforzini



In attesa che la promozione diventi ufficiale Il Giornale di Sicilia stamane in edicola pone l'accento sulle valutazioni del Palermo in vista della prossima stagione che verosimilmente sarà in Serie C.

In tal senso occhi puntati soprattutto in attacco con Ricciardo e Sforzini non certi della conferma.

Il primo infatti ha reso meno rispetto a quanto ci si attendesse, mentre il bomber di Tivoli è apparso troppo altalenante nel suo rendimento.

In tanti in squadra non saranno riconfermati, per cui la società di Viale del Fante medita sulle prossime mosse da compiere.

 

Ricciardo nonostante sia il capocannoniere del Palermo - continua il quotidiano - è in bilico e in una situazione che spesso ha vissuto durante la sua carriera. L'attacco sarà il reparto dove si investirà di più e Sforzini ha quel quid in più dato dalla conoscenza della categoria.

 

Mentre per quanto concerne la difesa, si valuta la posizione di Accardi che ha sposato sin da subito il nuovo corso rosanero.

Il reparto arretrato molto probabilmente sarà confermato quasi nella sua totalità, rimane in dubbio soltanto la permanenza del difensore palermitano.

Infine, altro arcano da dissipare è inerente il centrocampo: Mauri piace molto alla società, ha esperienza nel campionato di Serie C ma ha dimostrato di patire durante la stagione la presenza di Martin, quest'ultimo si avvia verso la conferma. 

Si inizia a pensare e a lavorare per il Palermo del futuro, con l'intento di plasmare una rosa da protagonista. 


 

ALTRI ARTICOLI

 

SICILIA, NUOVA ORDINANZA: COSA CAMBIA DA OGGI NELL'ISOLA

 

FASE 2 IN SICILIA, MUSUMECI: TUTTI I DETTAGLI DELLA NUOVA ORDINANZA - VIDEO

 

IL PALERMO E' SEMPRE DOVUNQUE, COMUNQUE

 

«SERVONO RISPOSTE PER LA D. SUBITO NUOVA RIFORMA DEL CALCIO»






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *