STRATEGIA

Palermo, si studiano
due profili in attacco

Palermo, si studiano due profili in attacco



In casa Palermo si pensa alla prossima stagione, a plasmare una rosa che consenta di disputare un torneo da primi della classe. In tal senso il settore che sarà riformato quasi totalmente è l'attacco.

La Gazzetta dello Sport in edicola pone l'accento su due attaccanti che la scorsa stagione rifiutarono la destinazione sicula per non lasciare l'emisfero del calcio professionistico, ma che ora potrebbero tornare sui loro passi sposando la causa rosanero.

 

Sono Comi attaccante della Pro Vercelli e Saraniti nell'ultima stagione al Vicenza ma di proprietà del Lecce. Questi i due profili seguiti dalla società rosanero, considerati veterani della categoria e che l'hanno vinta in passato. Inoltre, tatticamente predisposti a quel 4-3-3 nuovo credo tattico in Viale del Fante. Il solo anno di contratto con le rispettive squadre - continua la rosea - potrebbe agevolare il loro cambio di maglia. 

 

Fra i due Comi sembra essere in pole position se non altro per l'età più giovane rispetto a Saraniti, di proprietà del Lecce con cui i rosanero sono in contatto per il futuro di Felici. Inoltre la palermitanità del ragazzo non è detto che possa essere un surplus anzi, i dirigenti temono che proprio questo - conclude il quotidiano - possa costituire motivo di un eccessivo coinvolgimento emotivo personale. 


 

ALTRI ARTICOLI

 

CENTRO SPORTIVO PALERMO, ALLA FINE SPUNTA MONREALE 

 

CENTRO SPORTIVO, DI PIAZZA C'E': «VOGLIO IL BENE DEL PALERMO»

 

FALLIMENTO PALERMO, DEFERITI ZAMPARINI E 13 DIRIGENTI

 

«PALERMO FAVORITO DAGLI ARBITRI». INIBITO DOMENICO COTTONE

 

MERCATO PALERMO, NUOVO NOME PER LA CORSIA DI SINISTRA

 

PALERMO, IL COMUNE DI PETRALIA ESPONE LA BANDIERA ROSANERO






5 commenti

  1. Giovanni B. 17 giorni fa

    Ci sono i critici d'arte, della letteratura, del cinema, del teatro, dello sport ecc. ecc. Ci sono anche i critici dei commenti altrui (e questa è una brutta specie......).

  2. Fabio 18 giorni fa

    A me tutti sti criticoni dell'ultim'ora mi ricordano un certo troll zampariniano..

  3. Francesco 70 18 giorni fa

    #Amarildo,hai perfettamente ragione.Qui hanno tutti il palato fine,salvo poi tifare per le strisciate.....

  4. Amarildo Taveres de Silveira 18 giorni fa

    Finalmente nomi di rilievo. I due, Sagramola Castagnini sono dei conoscitori e Mirri, contrariamente al suo predecessore, è uno che sa delegare, come si fa nelle aziende che si rispettino. Evidentemente c’è già lo zampino di Caserta. Insomma si prospetta un campionato all’avanguardia. Del resto lo stesso Lecce, ad es, in A ha ancora in rosa giocatori che vinsero la C, come Tabanelli, Mancosu, Lucioni, Falco ecc. qui invece vogliono Amauri e Lafferty, ah ah ah

  5. Giovanni B. 18 giorni fa

    Si parla di corsia di sinistra, di corsia di destra, di interni (sembra quasi un rifacimento condominiale) con dei nomi quali: Liviero, Donnarumma, Comi, Saraniti, Pezzella (non è quello della Fiorentina), Valeau, Celar, Biondi, ecc.... La domanda sorgerebbe spontanea: ma questi presunti nomi papabili per fare una buona serie C, sono giocatori appetibili dal nuovo allenatore (ma cu è?) oppure dal trio Mirri-Sagramola-Castagnini? (Di Piazza per il momento escluso, poiché allora sarebbe stato un quartetto) A saperlo! Mah!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *