GIOCO DELLE COPPIE

Palermo, il duo Moreo
Nestorovski è una certezza

Palermo, il duo Moreo-Nestorovski è una certezza



 

Da quando Roberto Stellone è tornato sulla panchina del Palermo il suo mantra è stato soltanto uno: squadra "camaleontica", tanti cambiamenti e poche certezze. Una di queste è l'attacco a due, punto di riferimento dell'allenatore romano e lo sarà anche contro il Verona dopo la sosta, nonostante l'assenza di tutto il suo reparto avanzato per gli impegni internazionali. 

 

Con Nestorovski e Trajkovski convocati dalla Macedonia, Puscas dalla Romania ed Embalo dalla Guinea-Bissau l'unico terminale offensivo rimasto a disposizione di Stellone è Stefano Moreo, e le statistiche dicono che lì davanti l'ex Venezia è il miglior partner possibile per l'insostituibile capitan Nestorovski. «È il compagno che lo fa segnare di più, è quello che segna di più con lui e insieme sono quelli che hanno fatto segnare di più anche gli altri. Il mix perfetto di fisico ed esplosività, sacrificio ed opportunismo, in un reparto che può vantare una serie di ricambi senza paragoni in tutta la Serie B»: così scrive Benedetto Giardina per il Giornale di Sicilia, spiegando che Moreo e Nestorovski hanno giocato insieme 355 minuti in campionato, 40 in più della coppia Nestorovski-Puscas. Decisamente inferiori i minutaggi con Trajkovski ad agire da punta, 167 con Puscas, 143 con Nestorovski e 11 con Moreo, a conferma del fatto che per agire al meglio l'ex Venezia necessita di una punta vera al proprio fianco. 

 

Se il Palermo può permettersi schieramenti alle volte anche estremamente offensivi è proprio grazie al lavoro di Moreo. Il centravanti milanese, oltre ad avere l'abilità di attirare gran parte della difesa avversaria sulle minacce aeree, garantisce anche tanta corsa, per via del suo passato da ala, e lavoro sporco che sgravano lavoro al compagno di reparto senza rinunciare al necessario equilibrio tattico. Con il duo Moreo-Nestorovski la squadra rosa ha segnato nove volte, cinque di queste a firma di uno dei due centravanti, con l'ex Venezia che ha trovato i suoi due gol stagionali proprio con il capitano macedone al suo fianco. Il gol di Moreo contro il Pescara è arrivato su imbeccata del numero 30 rosanero che con il compagno ha trovato tre volte la via del gol, due dei quali propiziati proprio da Moreo.

 

Nestorovski meglio con Moreo che con Puscas, anche se bisogna dire che solo nelle ultime giornate i due stanno riuscendo ad affinare la prioria intesa. Con i due in campo meglio il rumeno, ma rimane sempre la seconda coppia di attaccanti più prolifica insieme a quella composta dai due macedoni, anche se bisogna considerare che le statistiche di quest'ultima sono "gonfiate" dall'exploit dei rosa contro il Perugia. Con l'arrivo di Stellone il duo Trajkovski-Nestorovski ha espresso il massimo delle proprie potenzialità con l'arretramento del fantasista dietro le due punte o addirittura da esterno nel 4-4-2 come proposto contro il Pescara ma che difficilmente verrà riproposto nel match di Verona. Con Puscas che tornerà in città a ridosso della sfida, e la linea chiara del tecnico per la quale "chi salta due allenamenti non gioca", la sensazione è che il centravanti rumeno non sarà della partita e nel "gioco delle coppie" rosanero a partire davanti sarà quella che finora ha convinto di più, ossia la coppia Nestorovski-Moreo






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *