AI NOSTRI MICROFONI

Palermo, Scuotto, i miei ragazzi
Parla il presidente Sestile

Palermo, Scuotto, i miei ragazzi. Parla il presidente Sestile



Un inizio di stagione da mille e una notte, una classifica meravigliosa e tutto assume ancora più significato se si pensa che ci troviamo di fronte ad una neopromossa.

E' la favola del Giugliano Calcio che si appresta ad affrontare la capolista Palermo da quarta in classifica e con il sogno, con un'eventuale vittoria, di ritrovarsi a ridosso proprio della corazzata rosanero.

Per parlare di questo, dell'attualità gialloblu e di tante altre tematiche inerenti la realtà campana, abbiamo raggiunto telefonicamente il presidente Luigi Sestile.

 

Siamo una squadra neopromossa, affrontiamo ogni partita con il solito spirito cercando di fare bene. L’obiettivo è quello di dare sempre il massimo: la speranza, da presidente, è di portare a casa i tre punti anche se siamo consapevoli di avere di fronte la prima della classe.

Il Palermo è una squadra di grande blasone con un ottimo organico a cui va il nostro rispetto, ma niente paura.

 

Esordisce così il plenipotenziario gialloblu soffermandosi successivamente sulla questione stadio. Di fatto, è opportuno ricordare come il Giugliano stia disputando le gare casalinghe in quel di Mugnano non essendo a disposizione, per motivi di ritrutturazione, il proprio impianto al De Cristofaro.

 

Continua...

Certamente è penalizzante non disputare le gare interne nel proprio impianto, soprattutto un match di questo livello.

Giocare dinnanzi alla propria gente con una cornice di pubblico più folta è sicuramente un’altra cosa.

Ciò detto, dobbiamo soltanto ringraziare gli amici del Comune di Mugnano e coloro che ci hanno dato la possibilità di giocare momentaneamente là in attesa che il De Cristofaro sia disponibile.

Speravamo che la sfida contro i rosanero si sarebbe potuta disputare nel nostro stadio, così non sarà. Mi auguro, un giorno, di poter replicare questa partita nella cornice del De Cristofaro, significherà che il Giugliano avrà fatto strada dietro al Palermo (sorride ndr).

 

Obiettivo stagionale.

Da neopromossa il nostro obiettivo è sempre stato quello di arrivare ad una salvezza tranquilla e garantire la categoria.

Chiaramente stiamo facendo ottime cose grazie alla complicità che ha cementato il gruppo.

Puntiamo a fare sempre bene con il nostro tecnico Agovino che è un ottimo condottiero e insieme al quale abbiamo costruito una squadra di tutto rispetto.

 

Sull’ex direttore sportivo Scuotto.

È stata una separazione consensuale e molto tranquilla voluta da entrambi per motivi suoi personali.

Rimane un ottimo professionista, un amico del Giugliano Calcio e chissà che, in futuro, la strada di Scuotto e la nostra si possano rincontrare.

 

In conclusione, come motiverà i suoi ragazzi alla vigilia del match contro una squadra come il Palermo?

Certamente chiederò di avere il solito approccio, i classici “occhi della tigre”. D’altronde i miei ragazzi affrontano ogni partita con questo spirito e quella semplicità che ti permette di ottenere ottimi risultati sul campo.

Questo sarà il mio modo di caricare la squadra.

Fatta questa premessa, sappiamo benissimo come il calcio sia uno sport imprevedibile e all’interno del campo può succedere di tutto.

Noi scenderemo sul terreno di gioco per giocarci la nostra partita.






1 commento

  1. noitifosidelpalermo.jimdo 297 giorni fa

    Il Palermo è la squadra più forte del campionato, e quindi se la squadra vuole puo' vincerle tutte.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *