IL PUNTO

Insomma, cosa ha detto l'ad del
Palermo Sagramola

Insomma, cosa ha detto l'ad del Palermo Sagramola



Si era chiesto a gran voce di parlare, e Rinaldo Sagramola ha parlato. 

Dopo le dichiarazioni del presidente Dario Mirri rilasciate alla Gazzetta dello Sport, nell'universo della tifoseria rosanero si è generato un tumulto mediatico soprattutto in merito all'obiettivo promozione e alla ricerca dell'attaccante finalizzatore per completare il reparto avanzato rosanero. Serviva un mediatore, qualcuno che potesse fare il punto della situazione sul piano esclusivamente tecnico e l'amministratore delegato del Palermo ha rotto il silenzio. 

 

I temi chiave sono chiaramente stati due ovvero l'obiettivo stagionale e il mercato. 

 

"Tutti sogniamo di arrivare in Serie A il prima possibile. Ma questo deve essere fatto ragionevolmente conoscendo le difficoltà che ci sono e andremo ad affrontare quest’anno. Quindi l’obiettivo è portare il Palermo in Serie B e da lì vedere cosa si potrà fare per arrivare in massima serie". Serie A in due anni o Serie B in due anni? I discorsi nei "Bar Sport 2.0" negli ultimi tempi ruotano tutto su questo. Effettivamente nel piano triennale si legge che l'obiettivo concreto della società al termine del triennio è il ritorno nella massima serie ma è chiaro che le variabili entrate in gioco negli ultimi anni sono state molteplici. Una su tutte l'emergenza Coronavirus che a livello economico sta creando innumerevoli danni che la società in questo momento, nonostante non sia stata toccata particolarmente in profondità, sta provando comunque a tamponare.

 

La mancata riapertura degli stadi per il nuovo campionato ha ridotto le possibilità di soldi in entrata e di fatto il Palermo, anche con la riduzione degli introiti pubblicitari, sta agendo esclusivamente con soldi di tasca dei soci. Le variabili cambiano, la Serie C è un campionato duro reso ancora più tosto dall'inaspettata mancata promozione del Bari che per finanze e preparazione è un passo più avanti dei rosa, e saggiamente la società di fronte a questi cambiamenti non previsti ha dovuto momentaneamente ridimensionare la visione grandangolare per passare ad un campo ristretto, quello della stagione di Serie C in arrivo. 


LEGGI ANCHE:

 

PALERMO: MARTINELLI, ESITO ESAMI APPROFONDITI

 

PROMOZIONE, BOSCAGLIA E LISTE BLOCCATE. IL SAGRAMOLA PENSIERO

 

MERCATO, CENTRO SPORTIVO E NUOVA MAGLIA. PARLA SAGRAMOLA 


 

"Sappiamo che ancora dobbiamo prendere quattro, cinque calciatori per completare l’organico. Vediamo cosa offrirà il mercato, non è ancora entrato nel vivo: sappiamo che dobbiamo completare la rosa con calciatori di qualità, che arrivino con entusiasmo e se possibili anche utili per la categoria superiore". Si passa quindi al mercato, ufficialmente iniziato da circa una settimana e con la fase calda ancora lontana all'orizzonte. Marconi, Saraniti, Valente, Palazzi, Corrado e le conferme dei giovanissimi Silipo, Lucca, Fallani e Peretti sono state le mosse concluse finora dal duo Sagramola-Castagnini ma la rosa appare ancora chiaramente incompleta e il nuovo regolamento delle liste chiuse a 22 tesserati ha complicato e non poco i piani di mercato della dirigenza rosa. 

 

A piombare come un macigno è tuttavia l'addio (che speriamo tutti sia momentaneo) al calcio di Alessandro Martinelli, sul piano emotivo ma soprattutto sul piano tecnico. L'ex Brescia è stato uno degli acquisti di punta della scorsa stagione, il capitano nonché giocatore di qualità superiore proveniente dalla B che doveva dare esperienza al centrocampo del Palermo e il suo ritiro ha lasciato un vuoto enorme che dovrà essere colmato sul mercato. Situazione assolutamente inaspettata che ha dovuto cambiare i piani della società e mettere per un attimo da parte la ricerca del "bomber da 20 gol a stagione", dal momento che adesso si dovrà provare a gestire il tesoretto rosa anche per prendere il centrocampista di categoria superiore che dovrà tappare questo buco dolorosamente vistoso. L'dea comunque e chiara: i giocatori "importanti" provenienti dalle categorie superiori devono ancora arrivare e il mercato, andando avanti, si fa sempre più intrigante con possibili colpi a sorpresa sempre dietro l'angolo. 

 

La società sta lavorando in piena sinergia con il tecnico Boscaglia, ad oggi il vero "top player" del mercato rosanero e prova evidente che i "piccioli" ci sono, e sta provando a creare una squadra che possa raggiungere sin da subito la cadetteria. Obiettivo ad oggi di difficoltà estrema (ma assolutamente non impossibile) per via di una competitività del girone C ancor più elevata delle scorse stagioni che ha ridimensionato insieme ad altri fattori le aspettative a breve termine della società rosanero. Chi doveva parlare ha parlato, adesso bisognerà attendere la fine del mercato e l'inizio del campionato per vedere quanto concreto potrà essere il sogno promozione del Palermo. 







8 commenti

  1. Rio 14 giorni fa

    Scusate ma quando sia il presidente che direttore generale ti dicono la B in due anni che significa che si sveneranno per acquistare giocatori di categoria superiore? Malgrado ciò io continuo ad avere fiducia sia a Mirri che Sagramola perchè stanno facendo le cose con serietà.

  2. Simone 14 giorni fa

    Ma almeno leggere per bene gli articoli??La parte de Il bari ha più disponibilità finanziaria è stata aggiunta dalla redazione,il virgolettato era già stato chiuso da un pezzo.

  3. umberto 14 giorni fa

    PENSATE A TIFARE PALERMO NO AI SOLDI A QUESTI PENSANO LORO

  4. noitifosidelpalermo.jimdo 14 giorni fa

    Il centrocampista Broh come mai ancora non è ufficiale? Dieci giorni fa avevano detto che era stato preso dal Palermo..

  5. Salvo 14 giorni fa

    Massimiliano, daglieli tu i soldi, con la paghetta che ti passa papà il sabato.

  6. Francesco 70 14 giorni fa

    La Bua,tifa pa Juventus.....

  7. Marco Palermo 14 giorni fa

    ha detto tante chiacchiere che sapevamo...mirri piccioli non ne vuole uscire; è più curazziere di mz

  8. Massimiliano la bua 14 giorni fa

    ha detto che soldi non ce ne stanno . ????????????????????????ridicoli.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *