IL CASO

Palermo, ristoranti in crisi
rimarranno chiusi

Palermo, ristoranti in crisi rimarranno chiusi



Situazione sempre più drammatica per il nostro Paese soprattutto per quanto concerne il settore ristorativo.

Nonostante sembra tutto pronto per la riapertura lunedì prossimo, in tanti decideranno di non rialzare la saracinesca per evitare ulteriori perdite economiche. Anche a Palermo il settore è fortemente provato dalla crisi economica che si è abbattuta a causa del Coronavirus.

 

“Io lunedì non riaprirò il mio ristorante - ha affermato Natale Giunta -. Un'azienda si fonda su numeri e fatturarti e oggi non posso accontentarmi solo del 20%. Non dobbiamo prenderci in giro, non è vero che ci siamo fermati per due mesi ma di più, perché le ripercussioni si vedranno per molto tempo”.

 

Continua: “I turisti torneranno quando ci sarà il vaccino, la gente non ha soldi per venire a mangiare da noi. Perché dovremmo aprire? Soltanto io ho perso un milione e 700 mila euro di fatturato per gli eventi, avevamo preso impegni".


 

ALTRI ARTICOLI

 

• RIVOLUZIONE: SERIE B A 234,5 SQUADRE, PALERMO RETROCESSO

 

 • «CI SARA' UNA SELEZIONE NATURALE DI SQUADRE IN ITALIA»

 

• SIBILIA: «NESSUNO DANNEGGI LA SERIE D» (AUDIO)

 

• GHIRELLI: «RICORSI? CI DAREBBERO UN CALCIO NEL SEDERE»

 

• DA BERGAMO: "PRIMA DENIGRAVO PALERMO, VI CHIEDO SCUSA"

 

• ESCLUSIVO - PALERMO, A TUTTO SAGRAMOLA: L'INTERVISTA VIDEO

 

• GUIDOLIN A FP.IT: «PALERMO CHE NOSTALGIA, MI MANCA MONDELLO»

 

• ZENGA SENZA FRENI: "PASTORE SEMPRE IN CAMPO, ZAMPARINI SA"

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *