Palermo, Rispoli in conferenza: "Pensiamo a battere il Sassuolo. Avevo offerte dalla Premier, ma ho preferito stare qui"




Si è appena conclusa la conferenza stampa di uno dei leader dello spogliatoio del Palermo, Andrea Rispoli. Il laterale destro, che ha saltato il match d'esordio in Tim Cup contro il Bari per infortunio, ha raccontato le sensazioni della squadra a pochi giorni dalla partenza del campionato di Serie A. "Veniamo da un risultato molto positivo, ci tenevamo a vincere contro il Bari. Abbiamo entusiasmo e voglia di fare - afferma Andrea Rispoli in conferenza -. Le voci di mercato che riguardano alcuni dei calciatori rosanero? Noi pensiamo a quelli che siamo, cerchiamo di ottimizzare le nostre risorse. Noi pensiamo a battere il Sassuolo, il mercato non ci riguarda. Lo scetticismo dei tifosi?  Ci può stare perché la gente vede che non ci sono grandi nomi. Ma noi vogliamo dimostrare che, anche senza grandi nomi, ce la faremo. Spetta a noi invogliare i tifosi a raggiungerci in massa allo stadio Barbera. Se faremo bene, siamo sicuri che lo stadio tornerà a riempirsi". La sfida col Sassuolo è molto difficile, ma Rispoli ci crede in un risultato positivo: " Il passato dice che c’è un gap tra noi e il Sassuolo, ma noi guardiamo al presente e al futuro, non al passato. Giocheranno giovedì in Europa League? Non credo possa influire. La nostra priorità è la compattezza, l’aiuto reciproco. Vogliamo iniziare bene. Il Sassuolo è una squadra rodata, che lavora con lo stesso allenatore da molto tempo. Toccherà fare una partita perfetta". Rispoli dovrebbe avere la certezza della titolarità dato l'infortunio di Morganella: "Dispiace perché è un amico prima ancora di essere un compagno di squadra. Mi auguro che la risonanza magnetica non evidenzi niente di grave. Speriamo bene, gli faccio un in bocca al lupo. Aleesami? Mi ha sorpreso molto, è agile, veloce ed è motivato. I nuovi acquisti? Mi hanno sorpreso un po’ tutti, da Sallai a Gazzi, passando per Rajkovic e Aleesami. La società ha dimostrato di essere molto competente ed è in grado di muoversi bene. A prescindere dai ruoli, stanno facendo molto bene tutti". Infine, Rispoli risponde alle domande del mercato: "Tutti quelli che sanno di poter andar via hanno dato fin qui il massimo per questa maglia, Lazaar ne è un esempio. Avevo offerte dalla Premier League? Sì, ma ho detto al mio procuratore che volevo rimanere qua perché qui io sto benissimo. L’ho fermato subito, ho pensato dal primo all'ultimo istante a far bene coi rosanero. Tutto qui".






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *