CESSIONE SOCIETA'

Weekend da brividi,
Palermo-Milano solo andata

Weekend da brividi, Palermo-Milano solo andata



 

Salvare il Palermo Calcio.

È questo il diktat che mantiene sempre calda la pista tra Palermo e Milano.

Infatti - secondo quanto riferito da Il Giornale di Sicilia stamane in edicola - la cordata guidata dal presidente Enrico Preziosi non si sarebbe tirata indietro nella corsa per l’acquisizione del club. Di fatto l’imprenditore, attuale proprietario del Genoa, sarebbe alla ricerca dell’idea in grado di fargli bypassare il divieto di possedere due società nella medesima categoria.

Il Grifone appunto e il club rosanero qualora - come ci si auspica da tutte le parti - dovesse centrare la promozione in serie A.

La novità - sottolineata dal quotidiano di Via Lincoln - è che il week-end appena iniziato potrebbe essere decisivo.

 

I contatti tra Foschi e Preziosi si fanno sempre più fitti e non è da escludere che dopo la partita di Venezia i due possano incontrarsi. Non un giorno a caso, il martedì successivo alla sfida in Laguna. L’indomani, infatti, Mirri dovrà comunicare l’eventuale intenzione di esercitare la clausola di acquisto delle quote da parte sua o da ‘persona da nominare’, identikit che porterebbe al gruppo messo in piedi da Preziosi.

Un’opzione che non rende Mirri unico depositario delle sorti del club. L’imprenditore palermitano lavora infatti a doppio filo con Foschi alla ricerca di un lieto fine che oggi, per il Palermo, equivale solo alla cessione dell’intero pacchetto azionario. Ogni altra strada sarebbe solamente un tampone che, come quando accaduto a febbraio, servirebbe solamente a pagare gli stipendi entro la scadenza federale. Farlo a marzo avrebbe un peso non indifferente, perché scongiurerebbe ogni rischio di penalizzazione da qui fino al termine del campionato, ma servirebbe comunque trovare i soldi per mettere a punto questo piano. 

 

In tal senso, il rinnovo del contratto pubblicitario con la Damir per ulteriori quattro anni alla cifra di 2,3 milioni di euro basterebbe per ovviare a tale problema ma non sarebbe un’ipotesi da prendere in considerazione se si intende trovare un acquirente in grado di acquisire l’intero pacchetto azionario e di sanare definitivamente i conti societari.

Nel frattempo le altre piste che porterebbero ad altri gruppi interessati sono, allo stato attuale, defilate. Il tempo stringe, ne è consapevole Rino Foschi che - insieme a Mirri - al triplice fischio della sfida contro il Venezia cercherà la soluzione definitiva che possa scrivere il lieto fine a questo periodo poco felice per la storia del club rosanero. Il tutto nell’attesa che Preziosi riesca a raggruppare una cordata in grado di prelevare il Palermo senza la sua partecipazione.

Inizia l’ennesimo week-end trepidante in quel di Viale del Fante: forse, stavolta, senza margine di errore.

Palermo - Milano solo andata.

 

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

• Cessione, Zamparini, Mirri ed investitori: parla la De Angeli

 

• Schwoch : «Palermo la più attrezzata, critiche ingiuste»

 

• Zamparini resta ai domiciliari Respinta l'istanza di revoca

 






11 commenti

  1. Noncipossocredere 09/03/2019

    Ma vero dici? Minxchia ragazzi, si faceva chiamare Manuelo? Total ricxcxcchioneee ! Ahahahah

  2. ExdirosalioblogdiPalermo 09/03/2019

    Manuelo(rubini), ti facisti canusciri pure qua ? Stualitu.

  3. Gi&Gi BallClose&Sciancata 09/03/2019

    Quoto Fabio e Fofo’.

  4. Rubini 09/03/2019

    Certo che taluni sono proprio curiosi. Bizzarri. La munnizza è OT, sono invece perfettamente in tema le ‘cacch.e e le mosche’, di AquilaRosanero. Ps ehi, se do fastidio, perché non in sintonia con la stragrande maggioranza, ditelo! Ahahahahah

  5. Embalo Mio cugino 09/03/2019

    Il caro vecchio confusionario Embalo segna al Brescia! Non faceva un gol da 14 mesi...il caro Embalo!

  6. Fabio 09/03/2019

    Rubini visto che Palermo e i palermitani ti fanno schifo non capisco la tua necessità di scrivere in questo sito. Cosa é? Sei parente del domiciliato o semplicemente ne sei innamorato?

  7. Anarchico 09/03/2019

    Rosanero... Ma ognuno fa il suo mestiere, rubini è semplicemente un provocatore si neutralizza non dandogli /le conto, ogni tanto se ne esce con qualche citazione apprezzabile per il resto credo sia tempo sprecato tentare di dialogare

  8. SangueRosanero 09/03/2019

    Che schifo ,non andrò mai più allo stadio se venderanno a preziosi,Foschi VATTENEi! Perchè visto che ci sono tutte queste cordate interessate al Palermo ,non consegnare i libri contabili alla procura per un fallimento pilotato che consentirebbe di mantenere anche in caso di serie A la categoria e il titolo sportivo,l'unico a essere fregato sarebbe ZAMPARINI nel dover pagare i debiti,per questo il signor foschi sta facendo di tutto per consegnare il palermo al loro comune amico preziosi uno che conosce bene come si fanno certe cose ,vedi valigietta piena di soldi ....partita GENOA-VENEZIA

  9. RosaNero Amareggiato 09/03/2019

    E cosa c'entrano i blog della munnizza qua? Magari parliamo anche di malasanità, PIL , reddito di cittadinanza ed altro? Mah.....forse rubini ha sbagliato sito per chat. Per problematiche extra calcistiche meglio altri siti

  10. Rubini 09/03/2019

    @AquilaRosanero. Che c'entra MZ? Evidentemente è il Palermo che attira 'truffaldini', essendo lo stesso Zamparini, a tuo dire, un 'truffaldino'. D'altronde in tanti blog (PALERMITANI), quando si parla di Palermo, si parla del problema mai risolto della MUNNIZZA, montagne di munnizza, e la munnizza, si sa, è come una 'calamita per mosche e cacch.e'.

  11. AquilaRosanero 09/03/2019

    Mamma mia che squallore…. Ora c'è un altro pregiudicato interessato… con questa soluzione passeremmo dalla padella alla brace. Ma è normale che MZ non può che attirare truffaldini di ogni risma, come una calamita, come le cacch.e e le mosche...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *