LA DICHIARAZIONE

Perinetti: «Palermo grande
squadra e su Zamparini...»

Perinetti: «Palermo grande squadra e su Zamparini...»



 

L’ex direttore sportivo rosanero e attuale dg del Genoa Giorgio Perinetti ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a La Repubblica stamane in edicola.

 

Sul momento del Palermo.

I rosa hanno fatto una gran partita a Pescara e questo rassicura. Il Palermo ha dominato ma alla fine è arrivata la beffa, ma restano assieme al Brescia la squadra più attrezzata per vincere la B. La B è imprevedibile e a 19 squadre lo è ancora di più: il Lecce è una sorpresa e gioca bene, ma il Palermo ha le carte in regola.

La mancata promozione dello scorso anno mi ha sorpreso, bisogna fare sull’esperienza che hanno maturato visto che il gruppo è lo stesso. Ricordare quello che è successo può essere uno stimolo.

 

Sull’aspetto societario.

Sul fronte mercato c’erano delle difficoltà oggettive, oltre al rischio di sfasciare quello che funziona. Il Palermo è comunque attrezzato. È ovvio che le situazioni societarie non aiutano. Spero che qualcuno si ricordi presto del Palermo e possa avvicinarsi al club per rilanciarlo. Piazze come Palermo, Napoli e Vari sono importantissime, serbatoi pieni di entusiasmo e indispensabili nel sistema calcio. L’interesse di Preziosi? Mi è sempre sembrato difficile: mi auguro che arrivo un Preziosi per il Palermo, appassionato e che abbia interesse per il calcio. Certamente non è facile acquistare un club come il Palermo; è un’opportunità, c’è molto sui cui investire. Speriamo che avvenga questo miracolo.

 

Infine, un pensiero su Zamparini.

Ha dato tanto a Venezia come a Palermo. È un generoso, forse troppo e questo suo atteggiamento lo ha portato a sottovalutare sempre situazioni incancrenite. Spero che tutto si possa risolvere, che possa sanare gli errori che ha fatto, se li ha commessi, e tornare in libertà.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *