ESORDIO

Pergolizzi e la panchina
rosanero: tredici anni dopo

Pergolizzi e la panchina rosanero: tredici anni dopo



Tredici anni dopo di nuovo sulla panchina di un Palermo che lotta per ben altri obiettivi. Era il 2007 quando Rosario Pergolizzi, allenatore della primavera, assumeva per la prima volta la guida tecnica della prima squadra rosanero insieme a Renzo Gobbo per sostituire l'esonerato Francesco Guidolin. Un Palermo che da un lato sognava l'obiettivo Champions League, ma dall'altro viveva i ferri corti fra Zamparini e il tecnico della storia promozione, difatti poi esonerato. Inizio alla grande per il duo Gobbo-Pergolizzi che vincono all'esordio contro il Livorno, 1-2 al "Picchi" sigliato Corini-Di Michele, salvo poi perdere le successive due gare contro la Roma al Barbera e in casa del già retrocesso Ascoli


LEGGI ANCHE

 

• ESCLUSIVO - PALERMO, A TUTTO SAGRAMOLA: L'INTERVISTA VIDEO

 

• ZENGA SENZA FRENI: "PASTORE SEMPRE IN CAMPO, ZAMPARINI SA"

 

• TOTTI E DEL PIERO LIVE: "A PALERMO MICCOLI E AMAURI..." VIDEO

 

• E LA SERIE C SCRISSE ALLA D: LE 9 PRIME SARANNO PROMOSSE

 

• CORONAVIRUS, QUANTI PASSEGGERI IN AUTO? IL GOVERNO RISPONDE


 

La debacle contro i marchigiani sarà il monito definitivo che porterà Zamparini a rimuovere l'improvvisato duo per richiamare Guidolin, e provare quantomeno a salvare il piazzamento UEFA. «Non ricordo quell’episodio con particolare emozione - dichiara Pergolizzi al Giornale di Sicilia in merito alla partita di Livorno - si trattava di una soluzione temporanea destinata a rientrare e, al contrario, dentro di me ero dispiaciuto per non aver potuto completare la stagione con i miei ragazzi della Primavera proiettati verso le fasi finali. Per via del grande amore per il Palermo ed il profondo rispetto per la società ho chiaramente accettato senza problemi la scelta aziendale. Ad ogni modo – conclude il tecnico – il mio ricordo più bello della mia prima vita in rosanero è stato senza dubbio lo scudetto del 2009 (con la Primavera, ndr)».







Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *