QUI TENENTE ONORATO

«Il modulo per Ragusa?»
Palermo, ecco Pergolizzi

«Il modulo per Marina di Ragusa?» Palermo, ecco Pergolizzi



Il tecnico del Palermo Rosario Pergolizzi, alla vigilia della trasferta contro il Marina di Ragusa, ha parlato nella consueta conferenza stampa del Tenente Onorato.

 

Le vittorie servono anche a trovare tranquillità. I ragazzi conoscono le difficoltà di lavorare in una piazza come Palermo, ogni settimana deve essere affrontata con la stessa mentalità.

Ovviamente la vittoria ti dà la possibilità di lavorare meglio durante la settimana.

 

Condizioni della rosa.

In squadra si stanno allenando tutti bene mettendomi in difficoltà e la scelta dell’attaccante da schierare voglio tenerla in bilico sino alla fine.

È normale che uno come Sforzini, essendo in condizioni, dovrebbe dare continuità alla prestazione di domenica. Mi aspetto tanto ma un allenatore deve dare anche un’occhiata all’aspetto tattico.

 

Continua…

Ficarrotta potrebbe darmi un punto di riferimento come vertice basso nel momento in cui i nostri avversari si troveranno a costruire, mentre Sforzini fungerebbe da boa. Siccome ho la possibilità di avere alternative, voglio attendere fino alla fine prima di fare una scelta.

 

Sul Marina di Ragusa.

Rispetto ad altri campi c’è una differenza. Ciò detto affrontiamo una squadra che ha fatto un ottimo risultato a Savoia e con grande equilibrio. Essendoci un campo più grande ci può permettere di dare più ampiezza al nostro gioco e alla nostra manovra, ma le difficoltà saranno alte.

 

Il modulo.

Come modulo abbiamo lavorato al 4-3-3 o 3-4-3. Quest’ultimo ci permette di coprire meglio il campo mentre il primo ci ha dato ottimi risultati. Certamente avere un’alternativa in tal senso fa molto piacere.

 

Sulla polemica con il Savoia.

Non voglio andare oltre le domande tecniche e che riguardano il calcio. Abbiamo una Società che si prenderà carico di rispondere ad eventuali altri tipi di discorso.

Quindi non rispondo per non dare modo ad altri di continuare questa polemica.

 

In conclusione…

In questo momento sono contento perché chi è arrivato e/o ha giocato meno mi dà delle alternative e la concorrenza aumenta il livello della squadra.

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *