APPUNTAMENTO

Palermo, oggi il Cda:
i punti dell'incontro

Palermo, oggi il Cda: i punti dell'incontro



 

Oggi per il Palermo è una data importante. In giornata si terrà l'incontro fra i vertici della società. Il Consiglio d'Amministrazione sarà formato da Dario Mirri, il presidente, il vice Tony Di Piazza in videoconferenza dagli Stati Uniti e l'ad Rinaldo Sagramola.

 

Al centro dell'appuntamento il futuro del Palermo, a partire dalla scelta del nuovo allenatore per guidare i rosanero verso un grande campionato di Serie C.

Ma andando con ordine, si dovrà analizzare il bilancio che sarà in rosso per un milione di euro. Dato normale, considerando lo stop forzato di oltre due mesi e la conclusione anticipata del campionato. Poi si passerà ai piani per la prossima stagione: dal budget per il calciomercato, agli obiettivi, alle cessioni fino all'allenatore. 

 

Una volta ratificata la separazione da Pergolizzi si parlerà del profilo del nuovo allenatore da scegliere: ci sono al vaglio alcuni nomi, ci si confronterà per stabilire una preferenza. Si parlerà anche di mercato, le idee sono chiare sui ruoli da andare a rinforzare, ma bisognerà aspettare l'evolversi della situazione del calcio professionistico prima di cominciare a trattare. Si parlerà di più dei giocatori già sotto contratto col Palermo, dunque di chi trattenere assolutamente e di chi potrà essere sacrificato. 

 

Un altro punto importante è il centro sportivo. La società non vuole aspettare nonostante lo stop causato dal Coronavirus. Il terreno di Torretta è quello che al momento interessa di più: ma prima si dovrà fare un programma per stabilire tempi e costi e poi si dovrà programmare l'inizio dei lavori che comunque non cominceranno prima dell'autunno. 


ALTRI ARTICOLI

 

NUOVO ALLENATORE? PALERMO SU TOSCANO, IL CANNIBALE DELLA SERIE C

 

CONTROLLI NELLA MOVIDA A PALERMO, MULTE PER 15.000 EURO

 

SPADAFORA: «PENSIAMO A DIRETTA GOL IN CHIARO»

 

PALERMO, TUTTI I NOMI PER IL POST PERGOLIZZI

 

«TORNERANNO LE NOSTRE DOMENICHE»

 

ALLARME ORLANDO: «COMUNI IN DIFFICOLTA', CONTE AGISCA»

 

 






7 commenti

  1. Aggregazione galattica lame rotanti 40 giorni fa

    @Blackmamba, Pergolizzi non sarà stato esonerato, ma Di Piazza si è appena dimesso - naturalmente con stile.

  2. Blackmamba 40 giorni fa

    Quando tutti chiedevano l'esonero di Pergolizzi, la società ha dimostrato nervi saldi e personalità, questo è STILE. Al contrario lo psicocriminale ne avrebbe cambiati tre creando stress e ansia a tutti. Ottima scelta quella di un piccolo centro sportivo per gli allenamenti, qui non cè da speculare e fare debiti trentennali, si deve investire sulla squadra per tornare in A il prima possibile. Se le due punte centrali verranno sostituite è segno che se individuato l'allenatore che ha già indicato la linea. Società dalle idee chiare e serie. Fino a oggi solo grazie a Mirri/Di Piazza/Sagramola.

  3. Rubini 40 giorni fa

    Torretta, ma di quanti mq stiamo parlando? Mettiamo 500 (lasciamo perdere manie di grandezze tipo TdG!), quindi considerando la categoria catastale ('T' come Ballclose e simili), possiamo stimare intorno ai 220max Euro mq, per cui 500X220 = Euro 110mila, di investimento complessivo. Se non ricordo male era pari a 60mila Euro la somma totale ex azionariato popolare, destinato all'acquisizione C.S.. Pertanto è intanto necessario un aumento di capitale, da parte degli azionisti (popolari), pari al 66% della quota versata ( 110X60/100). In breve, altri 66 Euro ogni 100 versati. S.E.e O.

  4. noitifosidelpalermo.jimdo 40 giorni fa

    Idee chiare, per vincere la serie C servono rinforzi di categoria superiore, un mix tra giocatori di serie C e giocatori di serie B, più qualche giovane di talento.

  5. Aggregazione galattica lame rotanti 40 giorni fa

    Ha ragione CLAUDIOTUTTOMAIUSCOLO, come sempre. E sospetto naturalmente che @Lanugio sia un nick di me stesso.

  6. CLAUDIO 41 giorni fa

    Lei che è stato mandato da Rubini, prima impari a scrivere correttamente, perché il suo commento è accettabile per la forma comunemente usata dentro i bar nelle discussioni tra tifosi, ma inaccettabile come commento in un sito pubblico. Impari a scrivere correttamente, poi potrà occuparsi delle attitudini alla lettura degli altri utenti.

  7. Lanugio 41 giorni fa

    Chi ritiene che Lame Aggighianti e Rubini siano la stessa persona non sa leggere. Non sa leggere tra le righe, non nota l'evidente differenza lessicale, non percepisce gli sforzi di uno per essere all'altezza dell'alto, non riconosce i ruoli sottintesi nel loro scambio: uno Don Chisciotte, l'altro Sancho. Detto questo, che il nostro bilancio sia in rosso di 1 milione, che è quel 1 milione che la lega ci estorse per poterci iscrivere, è triste e miserevole cosa.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *