CORSPORT

Palermo, le cause della
sconfitta di Licata

Palermo, le cause della sconfitta di Licata



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK


 

A Palermo, dopo la prima sconfitta ottenuta fuori casa, si cerca di capire cosa non ha funzionato nel match contro il Licata. La compagine rosanero si è fermata dopo un filotto di vittorie e, nonostante il distacco con il Savoia sia rimasto invariato, è necessario porre rimedio ad alcuni fattori emersi nell'ultima sfida per non perdere terreno sulle inseguitrici. 

 

Da ogni sconfitta si può trarre insegnamento e, come scrive Paolo Vannini per il Corriere dello Sport, lo sa bene anche il tecnico Pergolizzi, il primo a tenere sulle corde la squadra e ad essere consapevole che il campionato dei rosa inizia adesso. 

 

Squadra che vince non si cambia: il mantra del tecnico rosa, per tutta la prima parte di torneo, è stata la continuità di formazione e ha mantenuto l'undici di partenza sempre uguale. Il calo di alcuni giocatori rosanero e gli infortuni, uniti agli innesti del mercato di gennaio fin da subito mostratisi capaci di dare un apporto importante alla squadra hanno portato Pergolizzi ad avere molte frecce al proprio arco e gli innesti a partita in corso si sono rivelati determinanti in numerose gare.

 

A Licata, tuttavia, la grande possibilità di scelta ha portato all'effetto opposto e il cambio di modulo ed interpreti non hanno portato l'effetto desiderato: zero gol segnati dopo 8 reti nelle ultime tre gare e la difesa bunker da trasferta ha subito 4 reti nelle ultime due uscite. In più i giocatori ai quali il tecnico rosanero ha riposto la sua fiducia come Ficarrotta e Mauri non sono riusciti a superare l'esame, mentre si ha avuto la conferma che il giovanissimo Silipo è ancora un po' troppo acerbo per partire dal primo minuto. 

 

L'altro mini-allarme che emerge dalla sfida di Licata proviene dall'atteggiamento della squadra. «Il Palermo a Licata ha giocato sin dai primi minuti con un nervosismo incomprensibile, espresso peraltro proprio dai giocatori più esperti. Una squadra che ha 7 punti di vantaggio sulla seconda e veniva da 5 vittorie consecutive avrebbe dovuto avere una serenità ed un'autostima ben diverse» scrive Vannini, aggiungendo che sarà fondamentale, da qui fino alla fine del torneo, di ritrovare la concretezza e determinazione viste ad inizio campionato per ottenere l'obiettivo promozione. 


ALTRI ARTICOLI

 

LICATA-PALERMO, GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH

 

SINDACO LICATA: «PALERMO, TI AUGURO DI RIMANERE IN VETTA»

 

PALERMO SPENTO, BRILLANO IN DUE. LE PAGELLE

 

PALERMO, SCONFITTA MENO PESANTE GRAZIE AL MESSINA FC

 

«GRAZIE SEMPRE AL GRANDE CUORE DEI TIFOSI ROSANERO»

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *