Palermo, la lettera dell'Ussi Sicilia al sindaco Orlando - Forza Palermo Calcio Giornale
RICHIESTA

Palermo, la lettera dell'Ussi
Sicilia al sindaco Orlando

Palermo, la lettera dell'Ussi Sicilia al sindaco Orlando



 

Dopo il messaggio di solidarietà nei confronti dei colleghi dell’Ufficio Stampa del Palermo, l'Ussi Sicilia ha inoltrato una lettera al sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

 

Di seguito il contenuto della lettera:

 

OGGETTO: DOCUMENTAZIONE DI INTERESSE STORICO DEL PALERMO CALCIO

Nell’apprendere che il Comune ha intimato alla società Arkus di sgombrare la sede dello stadio Barbera del materiale di sua proprietà, si rappresenta la necessità di salvaguardare tutta la documentazione di interesse giornalistico, archivistico e storico.

In particolare si chiede alla SVI di farsi interprete presso gli uffici competenti di acquisire - prima di tale sgombero – la documentazione sportiva sull'attività delle varie squadre, su giocatori e tecnici, sui campionati, libri, fotografie, giornali d'epoca più meno recenti e tutto quello che può essere utile per la salvaguardia della memoria storica del Palermo Calcio e del calcio a Palermo in generale.

Si invita, pertanto, a far escludere dallo sgombero forzato questo materiale di enorme importanza che, diversamente, rischierebbe di andare perduto.

Nel manifestare la massima disponibilità del gruppo siciliano dell’Ussi (Unione stampa sportiva italiana) alla salvaguardia della memoria storica del calcio a Palermo, si porgono i più cordiali saluti.

 

Di seguito invece il testo del messaggio di solidarietà rivolto ai colleghi dell'ufficio stampa della vecchia proprietà Andrea Siracusa e Giorgio Elia. Rinnoviamo l'attenzione per la posizione lavorativa dei due colleghi con la speranza che possano rientrare anche loro nella clausola sociale prevista dall'avviso che è servito per assegnare il titolo sportivo del Palermo a Hera Hora

 

La sezione di Palermo dell’Ussi è vicina ai colleghi dell’ufficio stampa dell’Unione Sportiva Città di Palermo Andrea Siracusa e Giorgio Elia che, dopo la decisione di escludere la squadra dalla Serie B assunta dalla Federcalcio per inadempienze amministrative della proprietà del club, vedono di fatto cancellato il proprio posto di lavoro. In un momento di forte crisi occupazionale, con i posti di lavoro che diventano sempre più precari, perdere due contratti a tempo indeterminato come quelli dei colleghi dell’ufficio stampa della società rosanero fa ancora più male.

Con questo messaggio di vicinanza l’Ussi ribadisce con forza alle società sportive che è obbligatorio affidare la comunicazione a giornalisti regolarmente iscritti all’ordine per non incorrere nel reato penale dell’esercizio abusivo della professione. La speranza da parte del gruppo palermitano di specializzazione dell’Associazione Siciliana della Stampa è che anche le posizioni di Andrea Siracusa e Giorgio Elia possano rientrare nell’impegno previsto dall’avviso pubblicato dall’amministrazione comunale palermitana per l’assorbimento in organico dalla nuova società dei dipendenti già sotto contratto con la vecchia proprietà, garantendo l’applicazione del contratto nazionale di lavoro giornalistico.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *