RABBIA

Palermo in C, Foschi: «Una
vergogna, punita città intera»

Palermo in C, Foschi: «Una vergogna, punita una città intera»

 

Arrivata la sentenza dal Tribunale Federale Nazionale, il direttore sportivo Rino Foschi ha parlato a caldo all'agenzia Italpress di questa sentenza:

 

«Non c'e' niente da commentare, solo da prendere atto che siamo in un Paese particolare. Quello che abbiamo fatto quest'anno ha dell'incredibile, abbiamo lavorato con grande serietà e professionalità. In estate abbiamo presentato un'iscrizione regolare, è stato fatto un grande lavoro, un mercato in attivo, abbiamo pagato tutti gli stipendi regolarmente, oggi mi sento molto amareggiato. Non ho una risposta a questa decisione, potevo capirla in caso di irregolarità nell'iscrizione al campionato ma per la Covisoc ha confermato che tutto era regolare. E' una vergogna che arrivi una sentenza del genere che punisce una città intera, una tifoseria e il nostro lavoro. L'azienda calcio è un'azienda che produce è importante per il Paese, Palermo è la quinta citta d'Italia, non si può subire questo trattamento. I prossimi gradi di giudizio? Resto fiducioso, ma in questo paese non credo più a niente.






4 commenti

  1. Palermolibera 11 giorni fa

    Abbi la decenza di tacere e torna la scodinzolare dal tuo padrone

  2. Torakiki 11 giorni fa

    La vergogna é il suo padrone che ha fatto imbrogli e se ne é lavato le mani al momento opportuno. La vergogna é lega che gli ha permesso tutto ciò e interviene ora che la squadra doveva fare i playoff e che lui si è tolto di mezzo.perché non lo fermavano prima? é giusto che la città paghi per i suoi intrallazzi?? In lega Pro con tutti i debiti che abbiamo mi sa che il fallimento non ce lo leva nessuno. L'innominabile ha compiuto il delitto perfetto.

  3. Alessandro 11 giorni fa

    La Vergogna sei tu Zamparini e L de angeli maledetti truffaldini

  4. Yes 11 giorni fa

    Aspettate la Corte di appello, poi se confermano chiudete sede sociale. Foschi lascia perdere. Non vale la pena. Non ci deve essere più una squadra a testimoniare la loro tracotanza

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *