PARADOSSO

Palermo imbattuto
senza i «nazionali»

Palermo imbattuto senza i «nazionali»



Dopo la vittoria sfumata all’ultimo minuto contro il Novara, il Palermo era chiamato al riscatto nella sfida casalinga contro il Carpi.

 

Riscatto ottenuto e tre punti guadagnati in un momento davvero delicato per le numerose assenze, tra infortuni e giocatori convocati in nazionale. Come già capitato in diverse occasioni quest’anno, Tedino ha infatti dovuto fare a meno di diversi giocatori della formazione titolare.

 

In particolar modo, Nestorovski e Struna, punti fermi nell’undici di giornata. Ma nonostante le assenze significative, ancora una volta il Palermo è riuscito ad andare oltre gli ostacoli e a regalare ai tifosi una delle prestazioni migliori di questo campionato, battendo con un netto 4 a 0 il Carpi grazie anche ad una strepitosa tripletta di Coronado.

 

Vittoria che ha messo fiducia sia all’organico che alla tifoseria che ora vede i rosa a -1 dal secondo posto occupato dal Frosinone e con una partita da recuperare. Alla faccia dell’emergenza dunque, anche questa volta, come già capitato con Brescia, Parma e Cremonese (anche se in quest'ultimo caso gli unici giocatori assenti che facevano parte allora dell'undici titolare erano Posavec e Cionek), la squadra di Tedino è uscita imbattuta dagli scontri nonostante la rosa decimata per i nazionali.

 

Un paradosso che mette a tacere le voci che vedevano il Palermo svantaggiato in occasione di queste sfide. Di certo è impensabile escludere completamente chi durante la stagione ha comunque contribuito a portare il Palermo tra le prime in classifica, ma è innegabile come paradossalmente le sconfitte stagionali dei rosanero siano arrivate con la rosa al completo.

 

Anche contro la Virtus Entella il Palermo potrebbe fare a meno dei giocatori che in questa settimana sono stati impegnati con le proprie nazionali, ma tutto dipenderà dalle loro condizioni. I rosanero hanno dimostrato di dare il meglio di sé quando si trovano in difficoltà. I punti in questa parte di stagione sono fondamentali e gli uomini di Tedino sembrano aver trovato quella mentalità che li ha caratterizzati nel girone d’andata.

 


Nazionali o meno, il Palermo é chiamato adesso ad uno sprint finale, l'ultimo sforzo per la promozione diretta in serie A.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *